secondo giorno.. prima parte

Ed eccomi a raccontare di quel mirabolante 27.06.09 giorno del fatidico raduno Aurendor (Auréndor, Au Rendor, Auren d’Or hahaah e chi più ne ha più ne metta.. ne è nata una diatriba ahah) e delle molteplici emozioni vissute!
PArtiamo dalla mattina… il luogo del raduno (o meglio, dell’incontro (perché 5 persone non fanno propriamente un raduno ahahah) era l’uscita della metro a Piazza di Spagna alle 11.00, quindi, noi care ragazzuole che avevamo chiuso gli occhietti veramente tardi.. ci siamo dette… bhe.. se ci svegliamo anche alle 9.30 ce la facciamo no!??!?! Mozione accolta e così la notte si era caricata la sveglia proprio per quell’ora….
… Non fa nulla se già alle 6 io mi rigiravo nel letto… avevo freddo.. ma si può a Roma aver freddo!?!? Vero che la finestra era aperta, però!!! E’ la vecchiaia!!! Oppure era dovuta alla luce che entrava… o ancora ad un briciolo di emozione per il raduno… ma neppure quello. E non è cosa "normale" per me.
Quando è imminente un evento che mi riguarda…. sono l’incarnazione dell’agitazione e parlo a macchinetta e iniziano a piovermi addosso le tizianate come fossero gocce di un acquazzone…. invece stavolta…. la tranquillità fatta persona…. almeno.. questo è quello che io credo di aver manifestato…e sinceramente un po’ ero delusa da me stessa quasi non mi importasse che per la prima volta in 7 anni avrei visto gente con cui praticamente ogni giorno chiacchiero. MAH! COmunque si arriverà anche a questo punto.
Ore 09.30 puntuale il cellu suona la sveglia.. nella fattispecie RAINBOW EYES dei Rainbow (che splendore!!!) e a fatica ci si trascina giù dal letto (la nostra piccola Silvia proprio non ne voleva sapere di saltare fuori.. ma c’è da dire che poi è veloce a prepararsi hehehh). Iniziamo le grandi manovre per prepararci e ci diciamo… PRENDIAMO TUTTO perché 5 piani a piedi ogni volta.. sinceramente non ho voglia di farli…
Scendiamo quindi a far colazione che poi è in una "cantina" appena usciti dalla hall sulla sx… fa proprio molto CASA.. e tutto è un po’ annacquato ma capirai che dramma!!!! Torniamo a riconsegnarele chiavi e tac.. ecco la prima azione da super eroine mauhaahahah..
Troviamo il receptionist un po’ in difficoltà perché c’erano due ragazze spagnole che cercavano di fargli capire una cosa  e lui ne capiva sistematicamente un’altra…. parlavano di bagagli.. alla fine.. la nostra MAY che pure è un po’ poliglotta.. visto che in inglese non se ne andava fuori nessuno… ecco che tenta con uno spagnolo molto a grandi linee ma ecco che ce la fa… praticametne le ragazze chiedevano se in albeo ci fosse la possibilità di pesare i bagagli prima di arrivare in aeroporto… purtroppo NO.. ma almeno abbiamo capito cos’avevano da essere disperate!!!! BRava May.. azione numero uno!!!
Ok.. si parte per il raduno e sinceramente un o’ di ansia mi viene perché tra il dire e il fare il tempo è trascorso e noi rischievamo di arrivare in ritardo all’appuntamento… e che caspita… IO ODIO FARMI ASPETTARE (anche se di natura sono ritardataria… lo so .. un controsenso vivente!!!).
Metro… facciamo i biglietti e ora che arriviamo… è l’alba delle 11.10/15.. e un groppo in gola sta salendo… caspita… stavo per incontrare AMICI che mai avevo incontrato prima… bhe a prte El che l’avevo visto la sera prima…. ed ecco io e la ghenga usciamo dalla metro e loro sono lì… vicino ad un’aiuola.. a sinistra c’è Fairon subito dopo Ermes, EL, MIrma e Barbara.. un’amica di Fairon… che dire.. d’un tratto il groppoin gola è sceso perché credo non ci fosse bisogno dell’ansia.. visto che da subito l’intesa è stata perfetta!!!!  ^_^ Ma che bellezza.. GIovanni  e Barbara(Fairon) che arrivavano da Napoli , Maurizio (Ermes il nostro Admin di fiducia) da ROma, Alberto (Elric) circa da Varese e Carlo (Mirma) da Firenze….
Li avevo tutti lì.. parte della mia vita seppur virtuale… che in quel giorno diventava REALE… ed è stato come averli conosciuti da sempre..A bocca aperta
Ermes ha preso subito in mano le redini della situazione ed essendo l’unico romano ci ha fatto un po’ da cicerone….. così tra una chiacchiera e l’altra eccoci a percorrere insieme le eterne vie della capitale e tra il dire e il fare (Piazza di Spagna non l’abbiamo minimamente vista NCS!!!) eccoci in posa per la prima foto ufficiale davanti alla fontana di Trevi come sempre gremita di turisti…

Image Hosted by ImageShack.us

in ordine da SX verso DX: Nymi/Ermes/Mirma/Elric/Fairon

E il caldo inizava a farsi sentire ma i nostri 8 eroi non temevano proprio nulla e proseguivano le loro chiacchiere e le loro visite arrivando al Pantheon. Almeno stamattina era aperto e quindi ci siamo fatti un giretto all’interno e tra il dire e il fare…. un certo languore stava invadendo gli stomachini nostri.. tant’è che Silvia ha iniziato a minacciare di Morsi la nostra May!!! NCS… Ermes allora ci propone un bel posticino ..in Trastevere e noi tutti di buon grado lo seguiamo adoranti come i pulcini seguono mamma chioccia… FAMEEEEEEEEEEEEEE  Ci si ferma addirittura in Santa Maria in Trastevere dove stanno celebrando caspita non ricordo se un matrimono o dei battesimi.. mi che memoria!!!!

Le conversazioni vanno su tutti i fronti.. ma naturalmente il più gettonato è il FANTASY che radunanti fantasy saremmo se non parlassimo del nostro argomento preferito!?!??! Ma che bello poterlo fare a quattrocchi.. e probabilmetne che bolla al naso per le nostre ospiti…. diciamo che un paio erano afferrate in materia… e un’altra a parte Harry Potter NCS!!!! Povera Silvinji nostra. MA ecco che ci fermiamo di fronte ad una pizzeria.. to che strano.. ha la serranda abbassata e non c’è neppure scritto chiuso per ferie… ma che glie sarà capitato a sto tipo e soprattutto.. dove andiamo a mangiare ora buuuuuuuuuuuuuuuuuuu.. Ma il nostro FAB Admin ne ha sempre una pronta di scorta di idea e ci rimette in cammino e dopo una decina di minuti  eccoci pronti a tavola per ordinare tutto il mangiabile possibile e naturalmetne FOTO.. peccato non ci sia EL ma l’ha scattata lui sta foto

Image Hosted by ImageShack.us

DOpo uno spettacoloso pranzo dove la sottoscritta si è pappata le tagliatelle ai funghi porcini (lo so tipico piatto romano vero haahhaah) è giuta l’ora di rimettrsi in viaggio.. proprio come gli eroi dei nostri libri… c’è sempre un posto da raggiungere, insiedie da schivare.. e stavolta la nostra meta sarebbe stata l’apice del "raduno" si perché la vera promessa era una foto insieme al Colosseo… e quindi ci riprendiamo dal dolce far niente con abbiocco dietro l’angolo e ripartiamo verso il luogno dei GIOCHI.. e un crescente ISPANICO, ISPANICO … si sentiva rimbombare nelle nostre teste ahahha si lo so sono malata!!! E sempre camminando e chiacchierando… eccoci ancora una volta (per me) di fronte alla maestà del colosseo… Millenni di storia che trasuda da ogni pietra… quale miglior augurio alla nostra Aurendor che essere eterna quanto il Colosseo!??! Eccoci quindi nuovamente in posa per una foto.. LA FOTO

 

Image Hosted by ImageShack.usAncora una volta riuniti: EL, FAIRON,NYMI, MIRMA, ERMES

com’è che io sono l’unica che guarda di fronte!??!?! In effetti ci stavano facendo il book fotografico.. tre macchinette per immortalare questo storico momento ehehheh ^_^ E poi!??! bhe poi il top sarebbe stato entrare nel tempio dei gladiatori… ma c’era una fila che faceva rabbrividire  quant’era lunga….così abbiamo optato per un giretto in vaticano.. ma stavolta con i mezzi pubblici un po’ perché eravamo cotti dal sole e dal caldo e dalla fatica.. si pure quella.. e un po’ perché ormai i temp si staano assottigliando e presto sarebbe venuto il momento di salutarci.

Eccoci quindi sopra un autobus che prima ci ha accompagnati a piazza Venezia e poi in attesa di un altro verso il vaticano.Così in breve tempo ci mettiamo in coda per il consueto check-in e finalmente abbiamo la possibilità di visitare la basilica di San Pietro. qui ci si divide… SIlvia e May vanno a visitare le tombe dei papi, visto che il giorno prima non ce l’avevamo fatta…. io invece rimango con i radunanti e entro nella basilica.

Sempre affascinante.. soprattutto se la si vede per la prima volta. Lasciatemi dire però che ogni volta mi delude il caos che imperversa tra quelle splendide opere d’arte. Infondo e non tropppo infondo… quello è un luogo di culto…. nel 2000 (GMG del giubileo) si cantava "da mille strade arriviamo a ROma sui passi della fede.. sentiamo l’eco della Parola, che risuona ancora"… suggestivo dico io.. l’ho sempre pensato… ma altro che eco di parole…. qui si sente il cicaleccio del mercato e personalmente non mi piace.. neppure un po’. Fortunatamente la cappella del Santissimo Sacramento è adibita a preghiera altrimenti… che Chiesa sarebbe!!! Vabbè polemiche a parte… pure io l’ho girata da turista e ho chiacchierato allegramente con tutt ala combriccola, rimirando le bellezze più o meno sobrie dell’interno della BAsilica. abbiamo addirittura parlato di tecniche vocali per il canto…bhe io e El eravamo interessati visto che cantiamo tutti e due… Barbara ha posto la domanda.. ma credo se ne sia pure pentita ahahahhaah roba si venire la bolla al naso!!!! ^_^

E poi eccoci all’uscita e MAy e Silvia in nostra attesa.. ci fermiamo sotto il colonnato del Brunelleschi, alla dx della basilica (guardando via della Conciliazione)…e accanto a noi passao centinaia di persone.. addirittura… passa un gruppo stra organizzato e stra fashon con tanto di auricolari intonanti alla fettuccina che teneva alcollo da radio… di un bel turchese intenso… roprio spettacolari… noi ci guardiamo e non abbiamo nulla di abbinabile tra di noi ahahhhahaah turisti dell’ultimora!|!! E poi.. bhe.. epoi un velo di tristezza ci assale… anzi mi assale perché con Silvia e Mariangela si era deciso di fermarsi a MEssa prefestiva.. e quindi per noi è giunta l’era dei saluti.

E’ proprio vero che partire è un po’ morire…perché il tempo è tiranno soprattutto quando si sta bene e si è tra amici… Così iniziamo con i saluti vaari rimandandoci a chissà.. l’anno prossimo.. e magari, sull’onda del nostro entusiasmo ci si possa incontrare in qualcuno di più rispetto ai 5 del primo storico raduno di Aurendor… io posso con orgoglio dire che C’ERO!!!! E davero, stvolta non me lo sarei persa per nulla al mondo!!! Un ringraziamento a tutti i miei piccoli hobbetti che ho potutto incontrare, conoscere e confermare quali persone splendide… speriamo proprio di ritrovarci ancora e ancora e ancora!!!Animoticon

 

Annunci

Il giorno tanto atteso

Image Hosted by ImageShack.us

Ebbene si cari miei tutti.. alla fine il gran giorno è giunto ed è anche passato in un batter d’occhi….
In effetti non è che l’ho pubblicizzato troppo.. soprattutto perché immancabilmente quando mi metto in testa di far qualcosa e lo spiffero qua e là alla fine non se ne fa più nulla.. quindi ho ben pensato di temere un po’ per me questa bella cosa.. ed in effetti, anche ad avere informato solo pochi intimi quasi mi salta tutto.. ma tutto è bene ciò che finisce bene.
Siamo a venerdì 26.06.09 e la piccola Tiz qui si appresta a portare le sue innumerevoli ossa su un treno che la porterà verso la capitale per il fatidico e leggndario Rduno di  Auréndor… che emozione…. la accompagnano due personagge di tutto rispetto e soprattutto inedite per i viaggi.. e sono Silvia e MAriangela.
Quando proprosi questo intrepido viaggio verso l’ignoto le ragazzuole sopra citate accolsero con entusiasmo il tutto e non solo  decisero di venire ma… iniziarono ad estendere l’invito a mari e monti.. BELLO NO!?!?!??A bocca aperta Più si è meglio è…tant’è che avremmo dovuto scendere insieme e poi io tornae soal perché se ce l facevano.. volevano fermarsi al mare per ualche giorno…. gli eventi si sono oi sviluppati diversamente.. comunque….tutto questo per descrivere l’entusiasmo delle due ragazzuole che di buon grado si sono anche impegnate nelle prenotazioni di treni ed ostelli. Brave le mie due ancelle!!!Animoticon Sta di fatto che si prenota per venerdì 26.06.09 giusto per arrivare per il raduno un gionino in anticipo…non si sa mai nella vita. Partenza inserita nel pc da Brescia ore 08.08, arrivo a Milano, alle 9.30 si prende il Freccia Rossa e via una tirata unica fino a Roma Termini.
Ormai dovreste conoscermi e dovreste pure sapere che dove ci sono io capita sempre qualcosa di come dire strano!!!! Ebbene .. quel giorno capitò anche questo…..
La May ciha più e più volte detto.. "ma perché non venite a Brescia a prendere il treno? tanto abbiamo pagato da lì!!!!" MA io e SIlvia.. ma soprattutto io rispondevo…. devo venire a fare a Brescia quando lo stesso treno mi passa praticametne sui piedi di casa!?!?!? Così noi qusto benedetto treno andiamo a prenderlo a Rovato… giusto al paesello accanto al nostro…..
Per non arrivare eventualmente in ritardo io e Silvia, accompagnate da suo papà, siamo in stazione alle 08.00 e il treno da Brescia parte alle 08.08…noi siamo tute scialle… cerchiamo il binario… ci facciamo una ghignata pensando al week end e poi.. arriva la chiamata di MAy che ci dice…. VE L’AVEVO DETTO DI VENIRE A BS A PRENDERE IL TRENO…QUESTO è UN DIRETTO E NON FA FERMATE SE NON A MILANO!!!!!!In lacrime SCUSAAAAAAAAAAAAAAAA?!!?!?!?!?? io e Silvia faccia veramente basita… ci guardiamo e sbianchiamo…. qui bisogna cercare un altro treno… peccato che il primo che passa arrivi a Milano alle 9.35 mentre il freccia rossa parte alle 09.30….che stordita ceh sono… per non aver letto esattamente quanto diceva il biglietto e per aver capito solo in quel momento il perché nell’inserire il trenitalia ROVATO per quell’ora… non risultava nessun treno.
Silvia preoccupatissima per la May che comunque era sola a Milano…. abbiamo chiesto se qualcuno ci poteva portare direttamente a Milano a prendere il treno ma non è che son tutti lì ad aspettar noi quindi siamo siamo salite su quel regionale. tutte attapirate e già convinte di dover acquistare un nuovo biglietto. Alle 9 la MAy è a MIlano e poco dopo ci chiama dicendoci che aveva fatto cambiare i bigliettisenza costi aggiuntivi e che quindi il nostro treno sarebbe stato quello delle 10.30!!! YEAH!!!!!
Grande la nostra piccola MAy!!! ^_^ E stra polla soprattutto io che non mi preoccupo mai di nulla aspiolino! grrrrrrrrrrrrrrrrrr… e dopo questa notizia anche SIlvia si è risollevata!!!
Viaggio tranquillo con due episodi spettacolosi tra cui una signora che s’è persa la gonna per strada e che si è messa a ridere a crepapelle.. troppo una grande… era seduta accanto a me ahhaahhahah…. per legarsi meglio il tutto ha tagliato un pezzo della stessa gonna e l’ha fatta diventare un laccio!! Che vera… poi sempre ridendo si mette a dire che è stata una gran figuraccia assolutametne da non divulgare e dopop un attimo le squilla il telefono e inizio" MA TU NON SAI COSA MI E’ CAPITATO " e ride raccontando la scena del denudamento…. questa donna era troppo folle….
Poco dopo, siamo seduti e ancora la sciuretta sghignazza da sola…. il treno oscilla e la suaorsa mi finisce prima su una spalla poi sulle gambe e infine in terra… sul treno di sente un MIIIIIIIIIIIIIII CHE DISPAICERE e una mia super risata…. si alza il ragazo napoletano di fronte a noi per raccoglierla e prima di alzarsi guarda la signora, si alza, si controlla i pantaloni e dice MI ALLACCIO.. non si sa mai.. ahahahahah e la signora ricomincia a ridere a crepapelle….. e di nuovo racconta a mezza italai via cellulare questa scena….. povera Tiziana fortuna mi è caduta addosso la sua borsa.. mi fosse caduto il mio trolly in testa sareiricoverata per truma cranico…. sempre se avessi avuto fortuna!! ahahahah ma ste donna me la ricorderò a lungo.A bocca aperta
Finalmente eccoci a ROma… Un caldo tremendo a confronto del gelo dell’aria condizionata del frecci rossa!!! Ci avviamo verso il nostro "ostello" e ci rendiamo conto che è molto bello.. ma che la nostra stanza sta al quinto piano… e sull’ascensore sono ammesse solo 2 persone.. aspiolino Allore tutte per una e una per tutte…. tutte a piedi!!!!
Con la lingua in terra arriviamo alla stanza 514 la apriamo e la troviamo tanto carina..A bocca aperta.. minuscola ma veramente accessoriata di tutto.. anche di aria condizionata e pure televisore a schermo piatto con digitale terrestre (che non abbiamo mai acceso)..proprio bella.. erano quasi le 15.00 e abbiamo optato per un riposino.
Alle 16.30 abbiamo iniziato a trascinarci fuori dal letto e ci siamo preparate per la conquista della capitale. Metro, piazza San Pietro con visita della BAsilica ma non delle tombe dei papi perché già chiuse. Passeggiata per via della Conciliazione fino a Castel Sant’Angelo e poi attraversamento del Tevere… ormai erano le 18.30 e allora abbiamo provato a sentire Alberto…. Elric.. che pure lui era arrivato a Roma il venerdì per il raduno… si è quindi deciso di raggiungerlo al COlosseo per cenare insieme tutti e 4…. fai un passo e poi un’altro .. considerando che la metro dalle parti del tevere non c’è….siamo arrivate a Via del Corso e da lì ormai meglio farla a piedi fino ai fori e di rimando al Colosseo…
Naturalemente prima di arrivare a destino abbiamo snafuz non so quante vetrine e poi. TAC siamo passate in un sottopassassaggio che in realtà era una libreria!!!! SPETTACOLO!!!! Credo ci saremo rimaste una mezzora ba lla faccia di El che ci aspettava al Colosseo!!  Poi ci siamo a fatica trascinate fuori.. ho scoperto che la May è un’altra appassionata di libri.. ma quela che proprio non ne voleva sapere di uscire prima pareva essere Silvia…. e ince alla fine di tutto abbiamo dovuto prendere la May e trascinarla proprio nel vero senso della parola… grande May..
Chiamiamo Alberto (El) e gli dico che ci siamo quasi al che gli dico che ci si incontrava all’Arco perché era meno dispersivo rispetto  all’intero Colosseo… così un po’ alla volta eccoci…. le ragazze mi chiedono… "ma come fai a riconoscerlo"!?!??! Nel frattempo io stavo guardando verso L’Arco…. e dico guardate.. è lui!!!! Il nostro carissimo principe è un cantante di musica metal.. vuoi non essere almeno vestito di scuro se non addirittura nero!?!?!? ^_^ E il mio fiuto è stato infallibile tanto più chein quel momento ha preso il cellulare per chiamarci e dopo un attimo lo squilloè arrivato….mentre ci si salutva.. heheehheheheh
Che emozione!!! ^_^ Ecco il primo hobbetto dopo anni (due anni fa avevo conosciuto Elil, Giemmolo e Shalane alla presentazione di una parte del libro della Shalane alias Chiara Guidarini)… praticamente mio nipote, visto che ha l’età di Fabio!!!! E’ stata davvero un’emoizione perché EL è un veterano del sito e si era iscritto pochissimo dopo di me.. parliamo di una manciata di giorni e non di più.. e ci si conosce da quel novembre 2002 ed è stato come incontrare un vecchio amico che non vedevo da tempo!!!
 

Image Hosted by ImageShack.us

Abbiamo camminato per la zona più bella dei fori… considerando che per Alberto era la prima volta a ROma.. quindi grazie alal nostra May che aveva una super cartina alla mano abbiamo continuato nell’esplorazione di Roma… Campidoglio con foto alla Lupa, Vittoriano, Piazza Venezia e ancora via del Corso… poi quasi in preda alle allucinazioni dalla fame (e a puro cannibalismao visto che la nostra piccola Vinji alias Silvia alias Bellaria….aveva scambiato le spalle della May alias Intemperia.. per un panino hahahahah ma tu guarda con chi vado a zonzo ahaahhaah grandi tutte e due!!) opiamo per raggiungere zna Pantheon o Piazza Navona…. naturalmente il Pantheon è già chiuso.. ormai saran passate anche le 20.00 quindi alla vista di un Mc Donalds ci siamo fiondati all’interno. Mangiato e ben bevuto….e via verso Piazza NAvona verso un gelato super STRA!!!! E poi si para del più e del meno, del per e del diviso.. di tutti gli hobbetti che abbiamo conosciuto in questi anni (mentre le ragazze quasi hanno la bolla al naso.. no dai scherzo.. non siamo stati così tediosi e poi anche loro hanno partecipato alle conversazioni) .. del canto, del lavoro.. insomma come degli amici di lunga data.. heheheh e poi l’ora iniziava a farsi tarda… e Alberto pensa di tornare indietro facendo la stessa strada..noi diciamo che si potrebbe prendere la metro… ma lui non è dell’idea e a Silvia salta in mente: "Ma accompagnamolo noi no!?!?!? tanto il suo alberghetto sulla carta è molto vicino al nostro"!!! OK tra una strada a botto e una cartina consultata ci siamo visti ROma By night come non l’avevo mai vista e all’alba dell’una eravamo a casa dopo aver salutato El. CInque piani di scale strisciando.. doccia e poi alla faccia del sonno alle tre circa ancora ridavamo!!! MA il girno dopo sarebbe stato il giorno del raduno… miiiiiiiiiiii che emozione…..

Per ora passo e chiudo… come primo giornino direi che ho dato abbastanza!!!!!

 

 

Image Hosted by ImageShack.us

Milioni di anni dopo….

…Eccomi a riferire al mondo le malefatte di quest’estate appena trascorsa….Animoticon… uff che poi malefatt non sono comunque… vediamo di dare un inizio a questo itervento se no, al solito, si divaga e già io e la sintesi andiamo su binari paralleli ahahahahahA bocca aperta
 
Estate 2008…. estate nella quale non avrei dovuto far nulla perché non avevo come meta paesaggi di altri continenti…. diciamo che concretamente, nel mio piccolo, ciò che ho fatto ha contribuito a dare una mano a qualcuno del continente africano, quindi.. con il pensiero ero là…. e stavolta costa orientale alias ETIOPIA.
 
Partendo dall’inizio, ogni anno nella ridene località montana di Cevo (BS)
 un gruppo di amici gestisce una specie di colonia di proprietà dei salesiani e il ricavato va interamente alla Missione di Don Emanuele Vezzoli che appunto sta in etiopia. Dovete sapere che quest’anno, don Emanuele era a Roma per finire la sua spettacolosa tesi sui Tudor e compagnia bella e quindi anche lui è stato della combriccola… e non ha solamente assolto i suoi "doveri" di sacerdote ma si è messo al lavandino e ha lavato pentole e piatti nonché pulito bagni e corridoi..insomma anche lui ha sgobbato come tutti quanti…
LO STAFF

Image Hosted by ImageShack.us

Vediamo un po’… il capotribu’ nonché supercapo supremo è quel personaggio tutto bianco di capelli ed è Gigi, accanto  lui con il piatto in mano c’è Gianluca.. in seconda fila con tanto di aureola in testa troviamo barbara, accanto a lei Roby, Davide (il caposala ahahah), poi nascosto, don Emanuele e Sergio. Ancora più sotto da sx vesro dx MARIA (la nostra cuoca suprema… nostra signora della pappa dalle mani di amianto.. spettacolosa donna), Susanna (moglie di Gigi), Antonia (moglie di sergio), lena (moglie di Davide e sorella d don Emanuele). Ancoa un po’ più sotto da dx verso sx…. Ester….la dottoressa che farà le lastre al cervello!?!?!? Chiara.. la bassista che accorda la chitarra in 2 nanosecondi.. quando per me ci vuole u quarto d’ora con l’accordatore ncs!!!! Marinella la stella della santella e io con il sorriso durbans.. ultime Cristina, Giulia, Silvia la piccola Meshua e Silvia C.
Ed eccoci qui, tutti noi…. in effetti non tutti perché mancano Adriano, Nicoletta, Laura e Michael che sono venuti in diversi giorni e se ne sono poi ritornati.. e insieme a loro non possiamo dimenticare le due super sguatterine delle pulizie iniziali Laura ed Eleonora e ancora Rachele e Pier che hanno dato una mano verso la fine del soggiorno dei nostri ospiti.
Siamo partiti martedì 5 agosto e quello che ci aspettava sapevamo sarebbe stato faticoso… ma lo si fa sempre con il cuore in mano perché si sa che è per una giusta causa…Non è facile lavorare tutto un anno ed utilizzare le proprie ferie per lavorare ulteriormente.. e che lavoro.. non sembra ma svegliarsi presto, fare colazione prima degli ospiti… preparare la colazione per gli ospiti (dai 40 iniziali al centinaio degli ultimi giorni), sistemare la sala da pranzo già apparecchiata per il pranzo, iniziare con la pulizia di tutta la casa (ogni giorno e goistamente dico io).. finire in orario decente per scendere in cucina e dare una mano con frutta e verdura… credo lo sappia solo Ester quante cipolle ha pelato…..per non parlare delle patate e delle carote… hahaah A me piaceva.. era il momento delle grandi ciacolate in compagnia… circolo delle donne ehehehehheA bocca aperta T & S Taglio e Speteguless ahahahahahah… finire tutto entro e 11 e rotti e pranzare (si pranzare alle 11 lacrime) e poi subito sistemare perché a mezzogiorno tac gli ospiti erano già sul piede di guerra in attesa del loro di pranzo…. poi, servi ai tavoli e ancora sprepara, lava apparecchia… due ore di riposo e ancora la tiritera ricomincia per la sera.. alle 18 cena nostra e alle 19 gli ospiti.. tutto fino alle 20.30/21.00 dipendeva da quanto eravamo veloci e poi.. finalmetne riposo….serata libera…..
Devo dire che personalmente ho dormito ben poco.. i miei orari partivano dalla mattina alle 7 fino alla notte alle 2 di media.. sol che il giorno dopo non è che si cazzeggiava.. ma si sgobbava.. ancora non so come ho fatto a reggere….
Quando poi è arrivata barbara.. non c’è stato più verso di farmi entrare nel letto prima delle 2.. perché lei era fonte inesaurbile di chiacchiere e di voglia di starsene in giro a ciacolare un po’ quindi non si poteva pensare di fare la doccia e infilarsi il pigiama… a dire il vero l’ho tentata un paio di volte e poi me ne sono subito uscita…. NCS!!!! Le nostre giornate filavano tutte così tra lavoro, scherzi e davvero tanta allegria.
Mi paice trascorrere parte delle mie vacanze con queste persone perché hanno sempre tanto da insegnare sul come fanno a vivere le proprie vite… certo non sempre è facile convivere con così tanta gente.. però alla fine ci si diverte e in più è per una giusta causa. Emanuele all’inizio di tutto ci ha detto che non lo facevamo per i poverelli chestanno in Africa… ma lo facevamo per aiutare persone proprio come noi e che non vorrebbero essere considerate meno ce delle persone…..
Aveva pienamente ragione.
La mia giornata più lunga è stata quando Barbara ha offerto il suo e IL MIO aiuto alla cuoca per preparare i Kraphen per tutti gli ospiti…. quindi per noi due, Marinella e Maria sveglia prestissimo… Solitamente Maria dice un orario ma lei è in cucna molto prima quindi stavolta, volendola sorprendere ci siamo svegliate alle 4.45 per essere in cucina alle 5.15… lei ci ha detto alle 5.30…. alle 5.15 noi eravamo in cucina e lei…. aveva già fatto la metà delle palline che poi sarebbero diventati i dolcetti deliziosi….quella donna ci fregava sempre!!!Perplesso
Una volta fatte le palline le abbiamo stese e ….vista l’irruenza con cui le "tiravo" io (troppo piatte) mi è stato intimato di non farlo più e con la coda tra le gambe e spirito mesto mi è stato dato il compito di zuccherare i kraphen… appena usciti dall’olio bollente….. W le mani di amiantoPerplesso… Alle 6.30 avevamo finito quindi ci siamo fermate a fare colazione e poi doccia e subito giù per i nostri lavori…… quello che ancora non sapevo era che la sera uno dei benefattori della colonia avesse voglia di mangiarsi una pizza quindi… praticamente alle 23 siamo usciti per le vie di Cevo per cercare una pizzeria aperta (io, Barbara, Gigi, don Emanuele, Gianluca e il benefattore)… il solito posto.. non faceva più le pizze… allora scendi e cerca la prossima…. e non faevano pizze…. allora presi da un eccesso di vitalità abbiamo deciso di salire in pineta… sicurametne lì qualuno farà le pizze…. ma….. non avevamo calcolato la scorciatoia con pendenza del 45% che il caro Gigi ci ha fatto fare…. un caldo da paura e poi per cosa!?!? Niente pizza ma solo robette tipo speedy pizza… bhe.. ormai si è lì.. e ci rimaniamo…..e cosa succede… tra una chiacchira e l’altra il benefattore e don emanuele iniziano a discutere sulla sua tesi che è sullo scisma anglican mi pare e.. essendo il benefattore un appassionato di storia.. hanno iniziato a parlare parlare, parlare…. era interessante ma io all’una non reggevo più… la scena era vedere me che ogni 40 secondi netti mi avvicinavo sempre  più al tavolo fino a quando non ho appoggiato la testa e allora hanno capito che forse ero ora di andare…. bello dico io.. però c’era tutta la strada da fare a pied e….. non si mette mica a piovere!?!?!!? Di bene in meglio…una volta a casa è scoppiata la ridarola.. e io e barbara non riuscivamo più a fermarci….. la cosa spettacolosa è che noi ragazze dormivamo tutte in una grande camerata…..e per ogni stupidata io e lei ridevamo come delle idiote fino a sentire il improvero di ester….. che comunque ha fatto l’effetto contrario e le risate sono state ancora più impellenti… che serata… quindi giornata iniziata alle 4.45 e finita alle 2 e rotti.. perché poi non avevo più sonno e mi sono pure messa a leggere.. NCS!!! E la mattina alle 7 la sveglia è suonata e io ho svegliato tutte le altre… che galletto!!!!Animoticon
Una bella vacanza all’insegna dello sgobbaggio si….. ma anche del divertimento… ho anche compiuto gli anni e mi han fatto trovare due bellissime torte alla frutta.. che bontà!!!!!A bocca aperta.. e da brava megalomane per stuzzicare i bambini che erano lì con noi dicevo che il giorno dell’apertura delle olimpiadi l’ultimo fuoco d’artificii scoppiava e appariva la scritta AUGURI TIZY ahahahahahahah alla faccia di Margi che di anni ne compiva 6 il 15 agosto e, essendo usanza a Cevo di sparare i fuochi d’artificio proprio il giorno dell’Assunta, lei da sempre era convinta che i fuochi li facessero per il suo compleanno ahahah che cucciola!!!! Così per farla arrabbiare le dicevo ALTRO CHE FUOCHI.. I MIEI AUGURI (08.08.08) LI HANNO FATTI IN MONDO VISIONE.. AUGURI TIZY AHAHAH mica era l’apertura per le olimpiadi quella… era un tributo a Tiziana….. si megalomane è dire pocoSecchione
Avevamo paura non lo facessero neppure lo spettacolo pirotecnico visto il tempo che ne era uscito.. poi dal nulla ecco verso sera non uno ma due arcobaleni… un giorno o l’altro partirò in cerca di quella marmitta piena di monete d’oro ai piedi del piccolo RainbowAnimoticon
 

Image Hosted by ImageShack.usVisto che cielo cupo!?!? Eppure l’arcobaleno risplende su tutto….e questo infine era il risultato della pioggia e dell’arcobaleno…. lemontagne ce sovrastavano una valle sommersa dallenuvole…. impagabile davvero lo scenario…. meraviglioso e suggestivo era davvero banalizzare il tuttoImage Hosted by ImageShack.usPoi c’è stato il vento e i fuochi d’artificio sono stati sparati nell’alto dei cieli…Era la prima volta che mi cimentavo nello scatto al fuoco e sinceramente sono rimasta affascinata da ciò che rmane impresso nell’obiettivo… il cielo è così scuro e poi c’è l’esplosione e le forme prendono vita…. e sembra tutto tranne che un fuoco d’artificio…Image Hosted by ImageShack.us Tra l’altro quel giorno sono venuti a trovarmi anche i miei amici e quindi è stata una gionrata ancora piùbella nonostante le intemperie… A casa invece un nubifragio aveva fatto crollare gli alberi del bel parchino .. che dispiacere… il giorno dopo comunque il 16… mi apprestavo già a tornare a casina perché l’indomani sarei partita per Roma…

Mi piace la vita che sirespira in questi giorni di lavoro/vacanza… m piacciono le persone che ci salgono, mi piace la loro compagnia, quello che hanno da raccontare sempre e mi piace poter spendere un po’ del mio tempo per qualcun altro….

Per ora un ringraziamento a tutti quanti e arrivederci forse all’anno prossimo e… Emanuele…. guarda che io nel 2010 ci vengo davvero in Etiopia….non nel 2009 perché tu sarai appen tornato ma l’anno dopo mi vedrai proprio là.. parla di Tiziana… pensa che lo sto già dicendo in giro!!!

Ciaoooooooooooo

ma irei che dopo millenni

Si possa anche terminare il racconto dellesperienza a Lourdes no!?!?!?
 
Ebbene cari miei quella domenica 29.06.08, non era solamente ..la domenica della messa nella grande basilica sotterranea… era anche l’onomastico di PGP e quindi GUAI A NOI SE CE LO FOSSIMO DIMENTICATO!!!! la giornata era partita tranquilla, con la solita colazione e con una frenesia particolare per noi ragazzuoli perché sapevamo di dover scappare alle prove dei vari canti della messa.. o comunque per l’organizzazione stessa.. Quindi ci era stato detto di trovarsi alle 08:20 alla basilica e noi puntualissimi eravamo lì….Image Hosted by ImageShack.us
 LA Chiesa che avrebbe ospitato una messa che sarebbe iniziata solo alle 9.30 era già quasi piena… carrozzine che arrivavano, persone che si mettevano in fila, gagliardetti, stendardi, striscioni e tutto quello che poteva far riconoscere una nazione o un paesello piuttosto che un’altro. Noi ci avviciniamo al coro, perché appunto pensiamo che sia lì il posto di ritrovo…. all’interno c’è già lo Youth Choir di Bradhford e una serie di persone.. noi siamo proprio a ridosso del cancellino di entrata…. il maestro cantore ci guarda e dice: italiani!?!?!? Noi con un punto di domanda stampato in faccia diciamo "SI"…. entrate e mettetevi a dx….. ok!?!?!? Così entriamo a far parte del coro internazionale.. Lo Youth Choir, una delegazione spagnola, alcuni alrti di non so che lingue.. presumo tra germania ed est europa comunque e poi noi e qualche altro volontario italiano…..
Italiani a dx, Spagnoli a sx….. iniziamo!!! (era il giorno della finale degli europei..)…le prove di canto iniziano… c’erano miriadi di canzoni da imparare. e ognuno doveva cantare nella propria lingua… direte.. ma che accozzaglia….in effetti era una grande accozzaglia.. però l’insieme non era poi così male.. anzi…  Un 10+ alla pazienza di quell’uomo che ci faceva sentire una volta o due la strofa e poi ce la faceva ripetere.. e che sbacchettate ti dava se non facevi nel modo giusto…. non per essere troppo boriosi ma noi siamo stati "ripresi" solo in un’occasione… gli sciuretti spagnoli invece sono sati rimbeccati parecchie volte con l’accusa di avere la voce per le chicchiere ma di non tiarla fuori per il canto!!!!Animoticon
Canzoni varie sono state imparate, da quelle in gregoriano a quelle classiche tra cui mi pare un handel (spettacoloso.. io non canto nulla di handel da quando il coro femminile non era ancora un coro misto e polifonico!!! che meraviglia e devo tornare indietro quasi 14 anni..da panico!!!!) il tempo passa, noi cantiamo e iniziamo a chiederci perché caspita in quel coro ci siamo solo noi.. mah… dove saranno gli altri ragazzi!?!?!? Vediamo arrivare però Monica e Matteo (di Vercelli) ma loro non possono più entrare nel coro perché ormai il super cantore ha chiuso tutto!! Aspiolino.. vabbè nel frattempo la chiesa si è riempita in ogni ordine di posto e le 9.30 sono giunte. La Messa è iniziata con il saluto a tutte el singole congregazioni e parrocchie presenti in  quella Chiesa hanno iniziato gli italiani, gli oblati che ha salutato tutti.. ma proprio tutti gli italiani lì presenti… poi è toccato agli spagnoli, poi ai fancesi, poi ai tedeschi.. poi agli inglesi.. insomma ci credo che sta messa deve durare fino a mezzogiorno.. metà è solo per i saluti!!!!!
Finalmente arriva il corteo, io lascio la mia macchina fotografica a Monica così può sbizzarrisi come vuole….

Image Hosted by ImageShack.us

ecco tutti i nostri padri oblati rigorosamente in rosso, poi tutti i preti che vogliono concelebrare, poi 4 sacerdoti con stole di 4 colori diversi ed infine il cardinale spagnolo che celebrerà la messa. La basilica è talmente grande che l’altare è centrale e per far partecipare tutti i fedeli ci sono appesi dei maxi schermi e quindi c’è anche un servizio TV. I canti vengono cantati anche con una certa apprensione, la parola di Dio viene recitata in svariate lingue con il supporto visivo e per il vangeo qualcosa di spettacoloso… c’è proprio tutta un’etichetta da seguire, tutto un cerimoniale che deve essere fatto e per il vangelo ci sono quei quattro preti che avevano le stole di colore diverso che si mettono ai quattro lati dell’altare centrale e attendono di procalmare la parola del Signore ognuno in una lingua diversa e rivolto ad un lato particolare… Tutto sembra irreale.. talmente è gremita la chiesa e il silenzio è davvero unico… quando la Parola viene procalmata tutti attendono l’omelia..invece nulla di questo viene fatto.. e si parte con le preghiere dei fedeli.
caspita mi sembrava di stare ancora una volta a Roma durante la messa delle palme con i cresimandi dove la Messa era multilingue… e così è stato lì.. e preghiere dei fedeli lette in variate lingue e poi l’offertorio….. noi siamo dalla parte opposta del corteo e osserviamo dal coro…. bhe anche qui è uno spettacolo per gli occhi… tutti giovani che portano offerte presso il cardinale.. e per vedere meglio, guardiamo i maxi schermi….osserviamo.. e diciamo… ma io quella ragazza l’ho già vista…guardiamo Michele e diciamo… ma.. è tua sorella… è Elisa… e non solo lei, c’erano pure i ragazzi di Firenze e non solo… al che ci guardaimo in faccia e un rigagnolo di freddo sudore ci scivola lungo tutta la schiena….. "non è che quando si parlava di organizzazione della messa… era a quello che ci si stava riferendo!?!??!!?" Aspiolino.. ma quanto abbiamo toppato andando a cantare nel coro internazionale!?!Sorpresa?" caspita.. certo che propabilmente PGP si stava chiedendo dove caspita fossimo finiti…… ma dai.per autoconsolarci ci siamo detti.. bhe… è un bel servizio anche questo no?!!?Animoticon Tra l’altro il coro dei bambini.. ha cantato un paio di canzoni e sono stati da pelle d’oca…. veramente bravissimi.. volevo chiedere al loro maestro se mi lasciava gli spartiti perché coro di voci bianche è adattbile a coro femminile.. poi però non ho chiesto nulla!!1 MALE!!!! E non potevamo non fare una foto con lo sbacchettatore folle.. che tra l’altro ci ha regalato un libro dei canti heheheheImage Hosted by ImageShack.us
E così tra canti e preghiere la messa è finita a mezzogiorno come volevasi dimostrare, e tutto il corteo si è spostato alla grotta dove l’Angelus sarebbe stato recitato… noi siamo arrivati in ritardo ma l’Angelus ce lo siamo detti lo stesso. Quanta gente a quella grotta..quanta tutta lì in silenzio che mandava la sua preghiera al cielo.
Poi di corsa via perché una sorpresa a PGP gliela si voleva fare… si voleva preparare un’aperitivo e qualche striscione di scherno giusto per farsi 4 ghignate.. ma a Lourdes una tabaccheria o supermercato che vendano album da disegno sono utopia… ci siamo arrabattati con dei pennarellini.. e il quadernone di francy… abbiamo scritto fras di augurio ed altre con APPLAUSI e varie… e le abbiamo distribuite in tutti i tavoli del ristorante e quando PGP apriva bocca.. alzavamo uno dei vari biglietti e urlavamo un po ahahahImage Hosted by ImageShack.us
Il pomeriggio abbiamo avuto il terzo incontro tutti insieme e l’argomento trattato è stato la Chiesa…. bellissimo anche questo raccontato come se fosse il musical Aquero… davvero bello e poi noi più giovani avevamo un altro incontro.. un incontro davvero speciale.

Succede un qualcosa durante questo incontro.. ci viene detto che sono 20 anni che il movimento MGC è nato e cammina e che sarebbe bello poter affidare a Maria Le nostre intenzioni per quei giovani che sono stati, che fanno parte, e che saranno MGC e non solo, così ci viene accordato il permesso di metterci tutti davanti alla nicchia.. ma proprio davanti oltre le transenne.. e lì tutti in ginocchio affidiamo a Maria ciò che abbiamo nel cuore e poi uno a uno (pensate, avevano bloccato l’affluenza alla grotta per lasciarci fare questo gesto) ci siamo alzati e ci siamo avvicinati alla grotta.. ognuno ha camminato toccando quelle pietre e giunti ai piedi nella nicchia ci siamo fermati e abbiamo appoggiato la testa a quella pietra per lasciarei l cuore insieme alle nostre intenzioni…. un momento davvero di grande suggestione… a me scendevano i lacrimoni… e uno dei volontari mi ha detto che non partecipavo ad un funerale ma andavo di fronte a Maria… la Signora della Gioia… però che ci volete fare.. la commozione è stata davvero molto, molto forte e credo che me la ricorderò per molto tempo!!!Poi tutti insieme ancora per confrontarci Bhe al solito si parte con bans.. e si passa alla condivisione di ciò che abbiamo vissuto in questi giorni.. parlo anche io caspita… che mi sento fuori quota.. comunque anche io parlo di come ho vissuto questi giorni e al solito sfodero la carta oblato = famiglia.. ma non perché non abbia nulla da dire.. ma perché sempre è così sempre mi colpisce questo essere famiglia che si respira accanto alla famiglia oblata..ed è una cosa che mi piace.. che mi da sicurezza.
Alla fine via per la cena.
La sera abbiamo partecipato alla fiaccolata e subito dopo ci siamo ritrovati tutti i MGC e simpatizzanti per salutarci, chi sarebbe rimasto, chi sarebbe partito l’indomani come noi… è bello vedere che alla fine i ponti sono stati "lanciati" e quindi tra una chiacchera e l’altra sono piovutt miriadi di contatti mail per "non  lasciarci"…è stato bello salutarci con le fotografie tutti insieme.. un unico grande gruppo e lì non c’era distinzione tra province o regioni.. tutti insieme uniti sotto l’ala di sant’Eugenio e Maria Image Hosted by ImageShack.usAbbiamo anche conosciuto Padre Tino che a settembre prenderà il posto di PGPImage Hosted by ImageShack.us
…..poi un ultimo saluto alla grotta dove la messa era animata dagli spagnoli con… LE CHITARRE.. cioè dovete spiegarmi perché loro si e noi no!!
E poi tutta una notte con gente che urlava CAMPEONES (visto che la Spagna aveva vinto l’Europeo)…. NCS davvero.. ma si può neppure un luogo di culto come Lourdes resta neutrale al calcio NCS!!!!
La mattina dopo poi, sveglia molto presto perché prima di partire, bhe una capatina alla grotta la si vuole fare… e grazie a questo incontriamo i ragazzi di Vercelli che se ne tornavano a casa prima di noi… un breve saluto perché tanto mentre ora sto scrivendo loro sono già a Sueglio dove venerdì andrò pure io e quindi li rivedrò hehehehhehe.
Messa, Foto di rito del Gruppone di Passirano e poi verso casa…. con nel cuore tanta serenità….

Image Hosted by ImageShack.us

 
Apparentemente tanta serenità perché in effetti in questi giorni ce n’è veramente poca dentro di me….. ma vedremo se tirarla fuori oppure no!!
 
 

Sabato 28/06/08.. la giornata più lunga ed intensa

Buonanotte cari miei tutti gli avventori… se pensavate mi sarei ben presto stufata di raccontarvi le nostre vicende Lourdesiane… bhe dovrete ricredervi perché ciò che verrà riportato in questo intervento smentirà ogni vostra supposizione di mio presunto abbandono.
 
Sveglia non proprio all’alba… direi le 7 o giù di lì… io e Mary sembriamo due vampiri e quando tentiamo di avvicinarci alla luce della porta finestra..bhe lo facciamo a occhi chiusi per non polverizzarci per la troppa luce muaahahhahahah.. ma il giorno ha inizio e noi ci dobbiamo apprestare a vivere un’intensissima giornata come da programma. Dopo esserci tirate insieme alla bellemeglio, ci facciamo i nostri consueti cinque piani di scalette a piedi e giungiamo al tavolo per la colazione.. inutile dire che eravamo.. LE ULTIME Croissant, un quarto di baguette, marmellata, spremuta e….. latte e cioccolato NCS ultime arrivate= niente caffèIn lacrime vabbè farò opera di disintossicamento in questi giorni hehehhehe. Nell’aria aleggia un non so che di ironico… i ragazzi dicono che al loro piano c’è pure una nuova madonnina da venerare e in modo più che blasfemo l’han chiamata Madonna Infiammata e perché!?!?? Ma perché qualcuno ha avuto la brillante idea di metterle a 2 cm un’estintore.. NCS.. vabbè le norme anti incendio.. ma proprio vicino a Maria non mi pareva il caso… il mondo è bello perché è vario

Image Hosted by ImageShack.usVabbè per tornare a noi.. alle 9 dobbiamo essere alla sala dell’Emiciclo per la nuova riflessione su Maria… e stavolta è Padre Palmiro a parlarci di MARIA, LA MADRE…. le sue parole sono state sicuramente più tecniche di quelle di padre Saverio del giorno prima ma vi posso assicurare che l’nteresse non è calato minimamente anche se in effetti l’argomento era assai più complicato…..

La mattinata comprendeva la Via Crucis commentata… Direi che inerpicarsi per un’impervia salita è stato come rivivere in minima percentuale il calvario….lle stazioni erano rappresentate da statue bronzee in dimesioni naturali, suggestive e soprattutto evocative come non mai… Così mentre un caldissimo sole ci accompagnava percorrevamo una strada tutta in salita, come per prepararci per ciò che sarebbe avvenuto il pomeriggio…. Abbiamo rivissuto i momenti di sofferenza di Gesù, il suo calvario per scoprire che Lourdes è si un luogo di sofferenza perché di malati ce ne sono a migliaia, la sofferenza si vede.. ma ha anche una certa dignità e vedere la fede in queste persone mette davvero i brividi e soprattutto fa sentire piccoli piccoli perché in realtà cosa dovrei chiedere io a Maria..nulla confronto ad altri…. eppure ne senti il bisogno di trovare un contatto… e credo che è questo che fanno i malati.. cercano un contatto con lei e vivono ogni esperienza con fede la assaporano fino in fondo perché probabilmente porterà conforto… e forse non sanno che vedere la loro tenacia sprona anche chi li osserva ad essere migliore…

Suggestivo è stato vedere la deposizione di Gesù…in quell’antro nella roccia che pareva veramente una tomba!!! il tutto è durato fino a mezzogiorno passato e quindi tutti in hotel per il pranzo….

Non mi dilungherò su quanto sia migliore la cucina italiana rispetto al resto del mondo.. TUTTO IL RESTO DEL MONDO.. quindi potete ben pensare da uno a dieci quanto sono rimasta soddisfatta di ciò che avevo nel piatto .. mah… all’occorrenza e soprattutto perché c’era solo quello.. tutto è stato ben pappato e neppure stavota si può dire che io abbia patito la fame… macché!!!!Stralunato

Neppure il tempo per 10 minuti di Standby e già si doveva trottare accanto alla sala dell’Emiciclo per la Preparazione penitenziale….Direi che la cerimonia è stata più che toccante… al solito si arriva prima per far qualche prova di canto e poi tutto inizia… in questa grande chiesa, al centro è stata posta una panca lunga ricoperta di un drappo azzurro, come il colore di Maria… sopra sei bacinelle di rame e in processione, ragazzi che portavano grandi brocche colme d’acqua delle fontanelle che avrebbero poi riempito i contenitori sulla panca….. E’ ancora padre Saverio che parla e ci chiede di compiere gli stessi gesti che Bernadette fece alla grotta… camminare carponi perché il peccato abbassa e quindi fare penitenza e poi lavarsi a quell’acqua promettendo un qualcosa….così al suono delle chitarre la gente un po’ alla volta in file di 6 si è avvicinata… si è inginocchiata ed è stata libera di fare ciò che voleva con quell’acqua…chi si è lavato.. chi si è segnato…chi ha solo immerso le mani al loro interno…. è stato commuovente e un momento carico di pathos…. gli sguardi di tutti erano determinati a lasciare parte delle proprie sofferenze, affidarle a Maria, Madre di Dio e ricolmarsi di questa fresca acqua che poi è il perdono…. per quanto mi riguarda ho vissuto quest’esperienza con la determinazine  voler cambiare.. e soprattutto a volermi lavare da tutte quelle paure che da sempre accompagnano la mia vita…. e dopo questo momento carico di emotività i padri si sono resi disponibili per le confessioni….ma all’aperto perché poi in Chiesa un altro gruppo sarebbe dovuto arrivare…. Io mi sono messa in fila da padre Robertino… e prima di me un paio di persone che avevano da alleggerire parecchio la coscienza visto che non finivano più.. ma forse è stata solo una bella chiacchierata con un prete che fa sempre bene!!!

Purtroppo o per fortuna, come spesso accade.. al momento della confessione mi faccio prendere dall’emotività e così non passa volta in cui non scoppi in lacrime… ma che ci volete fare… ormai ho imparato a portarmi il fazzoletto!!!!!Imbarazzato Comunque le parole di Padre Robertino le ho proprio apprezzate e quel senso di oppressione che sentivo al cuore… ha iniziato a risollevarsi così quando mi è stata data come penitenza … la visita alla grotta mi sono detta.. adesso si.. sono pronta per andarci!!

Dalle cronache di questo blog, per chi ha letto, il momento dell’impatto con la grotta lo scorso anno era stavo emotivamente devastante…. sarà che appunto l’albergo dove alloggiavamo mi aveva ricordato il giorno in cui apprendemmo la notizia della morte di don bru, sarà che quindi ero già predisposta alla lacrima.. ma ogni passo che mi avvicinava a quella grotta era una lacrima che scendeva… anche senza volerlo… non è che pensavo ad altro.. non c’era più nulla nella testa se non la consapevolezza di voler passare toccando quelle rocce: un passo, una lacrima.. come se volesse far uscir da me la sofferenza……ed ero pure stata fortunata.. c’era pochissima gente!!! Quindi dopo la confessione, in uno splendido pomeriggio di giugno dove il sole brillava sul Gave che scorreva quasi senza far rumore..(sconvolgente anche questo.. mi pare me l’abbia fatto notare Michele… come il fiume non facesse rumore.. quasi per rispetto alla grotta e a chi l’ha abitata).. mi sono apprestata a muovere i passi sul ponte che mi avrebbe portata alla grotta…sono andata alle fontanelle dell’cqua che Bernadette aveva scavato, ho bevuto e mi sono rinfrescata, ho preso le candele che mi avevano chiesto di accendere, le ho portate negli appositi porta candele e le ho accese pensando proprio a coloro che me l’avevano chiesto.. uno in paticolare….. e poi mi sono messa in coda per entrare nella grotta….

Utopia pensare che sarei stata solo ed unicamente io….. io e centinaia di altre persone tutte accalcate che volevano toccare quelle rocce proprio come me… Tutte che chiacchieravano come se non ruscissero a capire che quello era un luogo sacro e che non necessitava di chiacchiere ma solo di mettersi in ascolto…. MAh.. forse sono io troppo bigotta.. potrebbe anche esserlo!!! Ma mi da un fastidio quando non si porta rispetto!!! Come quando la gente chiacchiera durante i cortei dei funerali oppure lascia che il cellulare suoni in Chiesa e poi risponde anche !!! NCS!!! Comunque passo, passo la fila inizia ad assottigliarsi e da rinfusa diventa una fila indiana bella ordinata… mentre cammino tocco quelle rocce e mi ricordo delle fotografie che mi ero portata.. fotografie con volti di persone alle quali tengo tantissimo e per le quali invoco la protezione della madonna… bhe in quelle foto.. egoisticamente ci sono pure io!!!Imbarazzato Arrivata nell’antro della grotta depongo le foto nell’apposita teca e penso intensamente a tutte le persone a cui voglio bene.. tutte quelle che ho incontrato nella mia vita… tutti gli sguardi che ho incrociato… tutte le persone che ho anche solo contattatto… c’è posto davvero per tutti… e stavolta non scendono lacrime….ma la commozione è comunque tanta….poi non puoi far altro che metterti la davanti e rimanerci guardando quella nicchia e parlando un po’… ma soprattutto rimanendo in silenzio ad osservare e ascoltare…. E accando a me ho ritrovato pure Maria Chiara….ma non l’ho voluta disturbare..l’ho vista tutta concentrta nella sua personale preghiera….

E tra il dire e il fare o solo l’osservare..   le 17 sono quasi arrivate… ritorno all’altra parte del Gave per raggiungere gli altri pellegrini e incontro Ileana una delle testimoni nel lontano 1988 alla fondazione dell’MGC… parliamo un po’ e mi racconta di aver fatto esperienze anche in Bolivia e non solo, mi parla di quei giorni lontani e di come si sentiva nell’aria che qualcosa stava nascendo.. uno stile i vita che tutti potevano abbracciare… così mi dice per scherzo quando sarei partita pure io per un viaggetto missionario e così le ho detto che io ne avevo fatti ben 4… ma che da tutti avevo ricevuto qualcosa di grande….A bocca aperta

Tra le varie cose mi dice che la Processione Eucaristica è la celebrazione che più sta a cuore ai malati perchè è in quel momento che si sono verificate le guarigioni o le conversioni… per cui nella grande spianata al di fuori della tenda dell’adorazione i partecipanti alla processione si radunano….. davanti le carrozzine con i malati con i volontari che le spingono e nel volto di tutti quei sofferrenti.. non il dolore ma la serenità…. come si fa.. questo proprio non lo so!!! Anche noi ci mettiamo in fila con tutti gli altri OMI e alle 17.00 in punto i giochi hanno inizio.. i cantori inneggiano ritornelli che accompagnano il Santissimo in Processione… delegazioni di tutti i pellgrini si mettono in moto e tutti cantano e rispondo alle invocazioni con fede.. La processione segue sempre lo stesso itinerario,prato, ponte, spianata dove c’è la madonna incoronata. si segue la curva e poi si scende nella basilica sotterranea, quella che contiene decine di migliaia di persone. La basilica è veramente immensa… un gigantesco capannone che ha forma ovale come un circo dell’antica Roma, al centro l’altare rialzato, ai lati stretti da una parte il coro di legno a forma di anfiteatro e dall’altra gli Scranni dei celebranti…. agli altri lati i banchi e le sdie per i fedeli!! Appesi lungo tutte le travi a vista non affreschi ma gigantesche immagini di santi e beati di ogni epoca e noi giustamente non potevamo non fermarci sotto quella di sant’Eugenio, fondatore degli Oblati di Maria Immacolata (OMI).

Poi tutti in albergo, una doccia veloce e cena e poi di corsa nuovamente alla sala dell’emiciclo perché per noi tutti era stato allestito lo spettacolo AQUERO, un musical sulla vita di Bernadette… purtroppo orfano di balletti e quindi solo strumentale e recitato….

Padre Nino insime a dei collaboratori ha deciso ormai anni fa di raccontare di questa piccola bambina chiamata dalla madonna… e ne è nato un musical con musiche bellissime…. i musicisti, come ha più volte sottolineato lui, erano tutti siciliani (e pure lui… orgoglio suo!!!) i cantanti invece erano mi pare fiorentini.. e una di loro era l’assistte dell’MGC di Firenze… e poi c’era lei… Bernadette.. intepretazione meravigliosa… pareva proprio di vederla.. con l’entusiasmo, anche con l’ingenuità dovuta apparentemente all’ignoranza…. secondo me l’ha interpretata benissimo e anche i cantanti sono stati strepitosi per non parlare dei musicisti…alla fine la serata ancora non è finita perché per noi c’è in programma la messa notturna lla grotta…. Alle 23.

Se qualcuno pensa che alle 23 alla grotta ci siano solo pochi intimi bhe si sbaglia davvero e pure di grosso…. c’era un gran pieno.. sarà che da poco era finita la processione "aux flabeaux" (con le fiaccole per intenderci)…sarà che la serata mite consentiva di rimanere tranquillamente all’aperto, sarà che di sera quel luogo trasuda un fascino innato.

Image Hosted by ImageShack.us

Comunque noi andiam là tutti gasati con le chitarrine per animare la nostra Messa..e.. ci vietano di suonare e cantare… e non si sa bene il perché… comunque ancora una volta.. la messa viene ascoltata e alla fine…ancora una volta la possibilità di passare e toccare quelle rocce.. altri pensieri.. ancora una volta ho affidato a Maria tutti.. proprio tutti…Poi un po’ di scambi con gli altri ragazzi e infine nuovamente Hotel per la nanna… l’indomani.. altra giornatina impegnativa…

buonnotteeeeeeee

Tiz

 

 

 

 


 

Di ritorno da un luogo davvero speciale

Carssimi avventori tutti… ecco di ritorno.. e di ritorno da un luogo più che speciale…
Speciale per quello che è accaduto accanto a quel fiume ormai 150 anni fa, speciale per l’aria mista che si respira all’interno del perimro del santuario, speciale per la tipologia di persone che lo frequentano… e cioè tutte le tipologie…. ma speciale perché stavolta il cammino lo si è fatto non individualmente ma accompagnati da una "famiglia".. la Famiglia Oblata.
 
Ma partiamo dall’inizio… e già sapete che non sarò breve heheeheA bocca aperta
 
Già vi avevo antcipato il mio stato d’animo iniziale… per nulla buono… mi sentivo apatica all’inverosimile e per partire non è certo un bene… ma riflettevo giusto su questa cosa stamattina e mi sono resa conto che infondo anche con la partenza per il Senegal avevo fatto così… comunque.. per tagliarla un po’ (ma non troppo) … Francy giovedì in serata mi manda un altro messaggio dove mi avverte dell’anticipo della partenza quindi la sonnambula qui non doveva più farsi trovare alle 4.45 bensì lle 4.25… quindi sveglia alle 3.50…..
Ma se fossi stata una persona normale… sarei anche andata a nannare ad un orario decente no!?!? invece alle 22.30 ancora non avevo neppure iniziato a preparare la valigia… poi mi sono messa tranquilla e ho letto.. fino all’una circa e poi.. nanna… caspita.. le 3.50 sno arrivate in un battito di ciglia… avrei voluto piangere…. In lacrime parevo lo zombie…. così doccia e alle 4.20 ero già sul portone in attesa degli altri… naturalmente stavolta mi sono dimnticata a casa di tutto… pazienza va!!! Sono sopravvissuta ugualmente mi pare…Animoticon.
4.25 puntualissimi arrivano Giorgio Francy Tommaso e il papà di Giorgio ch poi avrebbe riportato a casa l’auto!!
Tutto procede tranquillo e in brave tempo siam già a Passirano e davanti alla Chiesa.. ecco il pullman che già ci attendeva per andare a Orio a prendere l’aereo destnazione Lourdes.
Alla spicciolata arrivano i partecipanti… appartenenti alla famiglia oblata come laici oppure solo simpatizzanti ma tutti con un volto radioso e pronti per vivere questa strana vacanza spirituale…. Chissà nelle menti di tutti cosa c’è.. sicuramente tante aspettative.. quando si va a Lourdes, come diceva Dora samattina, si prepara la "lista della spesa".. cioè una lista di cose che si hanno a cuore e si vogliono chiedere a Maria… cose che immancabilmente riguardano noi stessi o altri, e poi quando si arriva davanti a quella grotta bhe solitamente tutto cambia!.Arrivano Matteo, Maria Chiara (che per l’occasione aveva dormito dai Padri), arriva tutta la famiglia Turra al completo (Michele Elisa, Dora e Giuseppe), arrivano i padri, Giampaolo, Natalino e Marcellino, arrivano le Zie di Capriano Mari e lina (ormai meglio conosciute in blocco come MARIELINASorriso), arriva la signora Maria la catrice… arrivano  genitori di un altro Michele nostro compare i Compagia delle indie… insomma arrivano tutti i partecipanti.
Al momento dell’appello non manca proprio nessuno e così il Gruppo vacanze oblato parte alla volta dell’aeroporto..
Il viaggio è breve e l’entusiasmo accende i cuori di tutti quanti e tra una battuta e l’altra di Tommaso (papà della Francy) siamo già in aeroporto in attesa del Check in.. A noi si aggrega parte della delegazione romana degli omi quindi per loro cambio di aereo e poi proseguo del viaggio con noi.
Noi giovincelli (bhe mi metto in mezzo pure io ma se penso alle età degli altri ragazzuoli bhe.. sono matusalemme in confronto!!! In lacrime.. ma se guardo l’età media degli altri pellegrini.. bhe allora son proprio giovane heheeehAnimoticon)… facciamo il check in nel mezzo.. eppure mi sa che ci han guardato in faccia e han detto.. questi li sistemiamo noi… perché arrivati sull’aereo.. e guarddo i posti a sedere ci siamo detti..cavoli.. saremo a metà proprio sulle ali. e poi.. vai avanti, avanti e avanti e i nostri posti erano gli ultimi 6 prima della coda… olre a noi solo I WC… che botta di fondoschiena hahaah!!
Ma eccoci pronti alla partenza….motori accesi, scivoli armati e via… alla volta di Lourdes… volo tra l’altro brevissimo,, un’ora e 25 minuti… nei quali ho tentato di nannare fino alla fine per paura del solito demone del volo buuuuuuuuu (il Senegal insegna!!!!) e ne sno uscita "quasi" indenne…. perché il pilota ha effettuato un brusco atterraggio e tutto il Beccheggio" stile traghetto che ne è derivato poi… mi ha davvero messa a dura prova!!!! Fortunatamente.. dai 30° in italia siamo arrivati con un 17° gradi francesi e quindi questa botta di frescura mi hanno ringalluzzita per bene!!!
Neppure il tempo di scendere dall’aereo che FLASH… un paparazzo ha fatto una fotografia ad ognuno di noi.. e lì è partito il toto scommesse… A COSA CASPITA SERVIVANO STE FOTO!?!?!? E tuttie le menti sono partito con le più svariate teorie… dalla semplice foto ricordo, a quella di schedatura per eventuali attentati, dal controllo dei pellegrini ad altro ancora!!!!.. Tutti sul pullman quindi.. si sente che la temperatura è inferiore a casa, il cielo è plumbeo un po’ come il mio cuore… però ormai ci siamo.. siamo a Lourdes.
Ancora una volta sono in camera con Maria Chiara, ormai compagna di viaggio sempre presente. E dove potevamo essere se non al QUINTO PIANO di un albergo di sei piani!?!?!? Cioì i raqgazzi li han messi al terzo e noi al quinto… e vista la presenza di un unico ascensore… ci siamo fatte vedere forzute ed intraprendenti e ci siamo fatte 5 e dico CINQUE piani con zainetto a spalle e valigia in mano… inutile dire che se mi avesserfatto il cardiogramma all’arrivo in cima sarebbe impazzita la macchinetta….. ero stecchita già da subito!!! Andiamo bene.
Poco tempo per sistemari e subito giù per la visita preliminare al santuario.
Non che sia cambiato dallo scorso settembre, infondo il carnevale che c’è fuori.. anzi il Mercato che c’è aldifuori del perimetro sacro lascia perplessi un po’ tutti.. soprattutto chi è la prima volta che visita Lourdes… tutti rimangono DISGUASTATI dalla caciara che c’è fuori… eppure una volta varcata la soglia tutto cambia, tutto è diverso!!
E’ il 150° ano dalle apaprizioni e quindi si festeggia il Giubileo di Lourdes… si respira un’altraria quindi.. i pellegrini arrivano ancor più numerosi, dlegazioni di ogni parrocchia e congregane religiosa organizza pellegrinaggi…. l’UNITALSI è perpetuamente lì e lo dimostra come il  pellegrinaggio dei bambini abba portato un tocco di colore e vita in questo lugo Sacro!! La basilica è imponente come sempre ma quei fiorelloni colorati la valorizzano ancora di più….il tocco dei bimbi… e soprattutto bimbi malati.
Al solito inizia il valzer delle conoscenze.. con i padri ch incontrano chiunque e chiunque li conosce.. ed è questo il bello… ogni comunità oblata è diversa ma ogni comunità vive lo stesso carisma quindi se io andassi ad esempio a Firenze… sarebbe come starmene a Passirano.. la stessa familiarità, lo stesso calore…tutto uguale nel perfetto stile di sant’Eugenio.
Saluto alla Grotta dove già migliaia di persone avevano toccato quella roccia dalla mattina presto, bevutia alla fonte e già il tempo di tornare in albergo per il pranzo era arrivato.
Si sa che in francia si mangia da cani.. (e poi la chiamano alta cucina…mamma mia… che roba!!!)… ma lì in modo particolare… non che sia morta di fame ne!?!?!? Mangiato comunque tutto.. anche quella specie di brod vellutato con all’internocarne che sguazzava che pareva un bulbo oculare galleggiante PAURAAAAAAAAAAAAa… Una cameriera ci ha preso subito in simpatia e non ci serviva mai per primi…giusto pe fare la brillante…. e soprattutto non ci portava da mangiare finché tutti on eravamo a tavola.. UFFI…
Pomeriggio un’oretta di Stanby o almeno così ricordo e poi il vero pellegrinaggio ha inizio.
Il raduno della famiglai oblata è previsto per le 15 nlla sala dell’Emiciclo dall’altra parte del Gave. Ci sono persone che arrivano da tutta italia, conosciamo i ragazzi di Vercelli (che comunque già in parte conoscevamo per uno pseudo gemellaggio che stiamo iniziando.. anche perché PGP a settembre verrà trasferito proprio da loro.. PORELLI!!!!Animoticon), alcuni deiragazzi di Roma, arrivano quelli di campobasso, i ragazzi di padre Luca che non ricordo da dove arrivano…. insomma chi prima e chi dopo.. arrivano e con loro i fiorentini e i siciliani… siamo davvero una gran bella famiglia, tutti si conoscono, tutti si abbracciano, chiacchierano ecc…
M il nostro pellegrinaggio non è solo un incontro dopo anni bensì un percorso e il primo pezzetto di strada lo facciamo con Padre Saverio che ci parla di Bernadette, la testimone.
Bellissima questa riflessione che ci ha portato a rivivere passo passo le vicende di Bernadette e della bianca Signora e non solo, lui le ha rilette in parallelo alla figura di Sant’Eugenio ed è stato davvero disarmante.. come capire qualcosa per la prima volta.. un qualcosa che avevi da sempre sotto il naso ma vhe vedi per la prima volta!!!! Il significato dei gesti che la Madonna fa compiere a Bernadette…come glielo chiede… come le parla.. da dove le parla.. insomma… bellissimo!!!
Alle 16.45 c’è la prima messa tutti inseme e poi noi di passirano iniziamo il ns percorso gubilare e ci danno un medaglione che dovrà essere riempito di 4 bollini…in base ai luoghi di Bernadette che verranno visitati…
Cena e poi teoricametne serata libera invece… ecco che ai grandi capi dei giovani salta in mente un bell’incontro tra i ragazzi MGC (Movimento Giovanile Costruire)… E qui scopro che quest’anno ricorre il vetennale della sua fondazione avvenuta nientepopodimeno che a Lourdes nel 1988. Io in quell’agosto compivo i 12 anni!!!
Scopro che l’MGC è si un movimento ma più che altro uno stile di vita, vivere la propria vita secondo il carisma di Sant’Eugenio e a vederli questiragazzi avevano davvero un nonso che di diverso….. in primisi lo stesso Entusiasmo che si ritrova nei padri Oblati.. e non parlo di ragazzi che necessariamente seguiranno la via della vita consacrata (magari qualcuno ci sarà anche) , no ragazzi che vivono la loro quotidianità al meglio e sono ragazzi con i quali pare di essere "vicino" da una vita….Si fa un gioco per allacciare i ponti "Molecole" che ha proposto MAtteo (liberamente obbligato.. nella maniera dei padri hahah) sotto suggerimento del suo gruppo.. e così ci si è ritrovati a gruppi di 4 divisi per mese di nascita e guardacaso son finita con maria Chiara.. infondo compiamo gli anni a 3 gg di distanza!!!
Con noi Anna e Antonio (aspiolino non sono sicurissima)… vi confesso che mi sono davvero sentita "vecchia" e l’ho pure detto a padre Giampaolo che mi ha sbacchettata per bene!!! Bhe l’importante è che alla fine si abbia iniziato a conoscerci un po’ no!?!?!? Anche se quello che ho detto prima è vero… il primo impatto è comunque "guardingo" ci si studia un po’.. ma poi.. ci si scioglie anche!!
Da subito i ragazzi di Vercelli si sono fatti conoscere per benino e così spesso e volentieri soprattutto Matteo e Monica si sono aggregati a noi passiranesi.
E così tra il dire e il fare in giorno è andato… bhe abbastanza leggero… quello che ci aspettava l’indomani era apocalittico dalla mole di cose da fare… ma quello che ha dato è stato unico!!!
Buonanotte.. mho vado a nanna perché mi si chiudono gli occhi!!!
Ciaoooooooooooooo
 
 
 
 
 
 

e alla fine ultimo giorno di “gita del coro”..

Uff. che calende greche per raccontare un fine settima fuori dall’ItaliaPerplesso
 
Comunque eravamo rimasti alla super ciacolata della notte.. dove abbiamo davvero parlato di tutto un po’ .. ma che bello…c’erano le più svariate età.. si andava dai 19 ai 35 in quella stanza ma è stato proprio un ciacolare allo stesso livello… ce ne mancava una di squinfild.. ed era Claudia…. speriamo sia per la prossima volta!!!!Animoticon Poi la parte ehm.. diciamo così "giovane" del coro.. c’era tutta!!!!
 
MA sto divagando un po’ troppo.. ecco… il mattino della domenica 16.09.07 ci siamo svegliate presto e ci siamo messe in divisa e…. potevamo mettere le scarpe che volevamo (quindi non rigorosamente un paio di scarpine nere ed eleganti… ehhehe così con cattivissimo gusto.. ma con tanta comodità mia… ho messo le scarpe da ginnastica.. che comunque erano nere quindi.. muahahahah uniamo l’utile al dilettevole gngngn) ed è stata una gran conquista per me!! Preparo lo zainetto per il viaggio con le braghette corte.. (bhe non si sa mai ne.. tutta vestita di nero con addirittura il maglione di lana addosso perché faceva freddo…. prima o poi il sole sarebbe uscito no!??!?!)
Dunque ci sistemiamo e poi di corsa portiamo giù i bagagli che, per gentile concessione dei proprietari dell’albergo, vengono sistemati in una stanzina a piano terra. (tralascerò di dire che ci sono stata una mezza giornata e una notte ma che non sono riuscita una volta a ricordarmi i numeri di camera delle altre e che ogni volta mi mettevo ad origliare pe intuire chi caspita ci fosse all’interno… che figuracce ragaz!!!!In lacrime)
Ma, perché in divisa!??!?! Ebbene ragazzuoli miei.. il programma dava per certo che il Coro Luca Marenzio avrebbe cantato a Messa a Lourdes, quindi noi di rimando ci siamo preparate giusto per quell’occasione. E avremmo dovuto cantare tipo alle 9 così poi tornavamo in albergo prendevamo il pullman e tornavamo a Barcellona per l’aereo e per strada ci saremmo anche potuti fermare a Carcassone (o come aspiolino si scriva) a visitare la città fortificata.. Ma ecco che un piccolo dramma si consuma in quel di Lourdes… ebbene.. noi abbiamo dato per scontato si potesse cantare a Messa.. ma… non avevamo prenotato o simili.. per cui abbiamo infelicemente scoperto che a Lourdes ci sono miriadi di chiese all’interno del santuario e che per cantare bisogna darne comunicazione e che quindi abbiamo peregrinato in lungo e in largo alla ricerca di un posto dove cantare.
E qui entra in azione MISTER HO SEMPRE LA SOLUZIONE PRONTA… Lovo… e infatti dopo un correre a destra e manca verso tuto ciò che poteva sembrare un ufficio informazioni.. ecco la soluzione.. una bella telefonata chissà dove in Italia e da lì finalmente ci è stato dato il contatto da utilizzare per raggiungere l’obiettivo CANTO!!!
Così dopo mille peripezie eccoci rimediata una chiesa per cantare ma un altro dramma si consuma…. possiamo cantare alla messa in italiano delle 10.30.. o erano le 11 non ricordo bene.. ma così facendo èpullman al volo e drittia Barcellona.. oppure assistere alle 9 alla messa internazionale… niente canti e visita probabile a Carcassone…
A me dispiaceva non vedere la città fortificata 8visto che quando vedo un castello o delle ura particolari vado dritta in estasi).. però ero venuta a Lourdes anche per cantare… e così dopo un summit e dopo aver chiesto anche ai nostri accompagnatori… si è deciso per CANTARE.
La chiesa è quella sopra la basilica  (per intenderci.. se si guarda in alto è quella dove c’è quella immensa corona dorata).. e l’unica postilla è che bisogna cheidere il permesso alla suora che ne è responsabile. Arriviamo lì e tho… arriva giusto una suora… un personaggio di donna mi pare napoletana d’origine… che ne aveva una per tutti… ehheheehh ci siamo sbellicate.. ma sta donnona era un dittatore di prima caegoria così le abbiamo snocciolato la tipologia di canti che avevamoa disposizione e lei ha iniziato: questo non mi piace, questo non è appropriato… non è che sapete quest’altro!?!? No, quiesto all’offertorio non si fa.. e così via.. alla fine abbiamo contrattato 2 nostri canti dei quali uno INEDITO nel senso che l’abbiamo adattato a cantarlo sole ma è polifonico e soprattutto abbiamo cantato solo ed unicamente la prima parte.. (è lunghissimo e lo canteremo per la prima volta il 02.12 in duomo vecchio a BS con il coro LA SOLDANELLA!!!).. Tra l’altro celebra va un prete che alla fine della Messa (sentendoci parlare con quel ehm.. vago accento cadenzato bresciano che vergogna) ci chiede se siamo appunto di Brescia e che lui è stato a PASSIRANO…. mi avvicino… leggo il cartellino e mi cascano le braccia e la bocca… ERA PADRE ENZO…. OMI (Omblato di Maria Immacolata)… e che caspita.. ci sono ndata due settimane in Senegal con gli oblati e me ne trovo uno anche a Lourdes.. prontamente  io e la Ale mandiamo un messagino a  Padre Giampaolo che ci risponde: NON LO SAPETE CHE GLI OBALTI  A LOURDES SONO UNA POTENZA!?!??! Per la serie W LA MODESTIA.. che fare con quest’uomoPensieroso
Comunque. La Messa è stata bella, durante la comunione la suora ha chiestoc eh una di noi andasse all’ambone a "tirare il canto" e ho visto puntati 20 paia di occhi dritti su di me e me ne sono andata a far cantare l’assemblea… e l’ho fatto solo lì perché non mi conosceva nessuno… che roba!!!!
Alla fine saluti con la suora e il padre e di corsa al Pullman. nel frattempo era mezzzogiorno.. il sole era alto e tutta in nero avevo un caldo boia.. così.. una volta recuperato lo zainetto… cambio veloce in pullman e .. viva le braghette corteeee… hehhheheh.
Il viaggio è stato lungo… abbiamo cantato, dormito, ascoltato barzellette di ogni tipo, raccontato tutttoooooooooo il viaggio in senegal.. parte di quello in Kenya… ancora cantato…. e fermati in autogrill per un pranzo frugale…. e così tra il dire e il cae e il cantare siamoarrivate in aeroporto alle 18.30 mi pare…e abbiamo atteso infinitamente fino all’rario prestabilito. Ho nannato tutto il viaggioe una volta a ORIO saluti e felicemente contenti di essere arrivati in anticip sulla tabella di marcia… intorno alle 23.30. TUtti se ne vanno e io Angela e Adriano (suo marito… che ridere con lui haahah) aspettiamo Stefano… loro figlio…. ehm… non arriva, lo chiamano e… E’ ANCORA A CASA.. noooooooooooooooooooooo eravamo stanchi morti.. pioveva e io ero anche con la braghetta corta e nn c’erano 30 gradi …mannaggia a me!!!! Ma l’orrore è stato ricordarsi che… mi ero dimenticata di chiedere una mezza giornata ancora di ferie per il lunedì mattina.. quindi alle 8 avrei dovuto essere in ifficio…. alla fine sono arrivata a casa quasi all’una… e ora che mi sono lavata e tirata insieme per la nanna ne è passata un’altra di mezzora…..
pazienza dai… il giorno dopo ero uno zombie e laure andata all’allenamento!!!!
Finalmente conclusa questa avventura che rimarrà indubbiamente nel cuore… quella grotta che pareva in grado di entrarti bnelle ossa e la compagnia inedita che è andata creandosi!!
A tutti un grazie e un abbraccioneeeeeeeeee
 
e adesso potete dirlo.. FINALMENTE HA FINITOOOOOOOOOOOOO