15/09/07 l’emozione in una grotta

E dopo una notte trascorsa tra le chiacchiere e una pseudo nanna… ecco che è già ora della sveglia.. oggi ci attende la traversata dei Pirenei per giungere in quel di Lourdes.. Che sfacchinata!!!!Sorpresa
Tra di noi c’era Cristina che abbiamo poi scoperto avesse bisogno di tipo 12 ore di sonno per ricaricarsi e povera.. mi sa che non ne aveva neppure la metà all’attivo per cui era davvero uno spettacolo vederla… ma solo perché io mio sono rifiutata di guardarmi allo specchio… perché ero in condizioni assai peggiori!!! Per l’occasione sfodero i pantaloncini corti.. si, si.. perché almeno in Pullman sono più libera e poi farà caldo sicuramente no!?!?!?In lacrime
Le ultime parole famose!!! Aspiolino c’era un’aria che faceva paura!!! Il cielo Plumbeo e tanti nuvoloni.. caspita!!1 La colazione è stata a dir poco spettacolare… e c’era davvero ogni ben di Dio in quei vassoi.. e giustamente abbiamo fatto razzia di tutto un po’ e quando ho visto il miele nel vasettino di vetro.. mi sono venuti gli occhi a cuore.. e che bontà!! Si, si.. Ehm.. io però non ho mangiat molto prché quel problemino che non avrei mai pensato di avere per l’aereo io ce l’ho cronico per il pullman e l’auto (anche se guido ioIn lacrime dipende quanto sportiva sono heehehAnimoticon)..per cui conscia di questo nulla di troppo liquido ho mangiato.
E poi partenza.
Certo le strade non erano quelle del Senegal, della Gambia, della Guinea Bissau, o del Kenya, o dell’India o ancora del Nepal… qui erano civilmente strade… però… perché c’è sempre un prò… gli autisti erano tassativametne diligenti alla normativa stradale per cui.. se ogni 2 ore bisognava fermarsi… ogni 2 ore ci si fermava per mezzora…. per cui per fare 437 km.. ci abbiamo messo tipo 8 ore.. NON PASSAVA PIU’!!!!
Però dai.. tra una gioppinata, una cantata del coro, qualche barzelletta non troppo pulita del Sig. Lovo e della signora Irene (che ci ha anche dilettati con una versione tutta sua e soprattutto appassionata de. MADONNINA DAI RICCIOLI D’ORO… mamma che pauraaaaaaaaaa… con tutto il rispetto ma spero non le salti mai in mente di provare a venire al coro brrrr).. e ancora qualche ciacola, e qualche singola cantata 8e di questo ringraziamo gli MP3, e gli auricolari che, una volta chiusi gli occhi ti pare di essere da solo e canti a squarciagola… e solo dopo ti accorgi della figuraccia che stai facendo con la gente che ti guarda stralunata perché ti sente negli acuti di MY WAY ( e la maestra del coro allib ita che pensa ma questa è una mia corista… buuuuuuuuuuuuIn lacrime Angeloehm..si, quella gioppina ero proprio io ahhahah.. ma almeno ci avevo messo un po’ di pathos.. hahahah se no che gita sarebbe stata!!!).
Comunque, tornando a noi.. il viaggio, che pareva davvero infinito, è anch’esso terminato in un tripudio di risate e gioppinate. Davanti a noi ora un paesaggio completamente diverso, pareva di aver fatto un salto nel tempo di parecchi anni…pareva di respirare un’aria antica… come antico sembrava l’Hotel dove eravamo alloggiati ben lontano dal lusso sfrenato del Plaza…
Devo ammetterlo mi è venuto il magone subito.. ma non perché l’albergo non fosse bello ma peché era praticametne identico ad un altro nel quale il 19.08.05 eravamo stati raggiunti dalla notizia della morte di Don Bru.. solo che eravamo a COLONIA e non a Lourdes… mama come mi sono presa male. Erano le 15 e rotti che entravamo in camera.. ho messo i pantaloni lunghi (bhe non si sa mai.. alla fine entreremo in un santuario), ci siamo rinfrescte alla belle meglio e poi alle 15.30 eravamo già in strada in attesa di andare alla grotta. Comprato tutte le bottigliette di rito per raccogliere l’acqua della fonte, medagliette, santini da benedire.. insomma preso tutto il gruppo dsi divide e scendiamo al santuario…. Pare di stare al mercato… il consumismo è veramente all’apice della sua bassezza.. ci sono negozi in ogni dove e in ogni dove sono gremiti di persone che comprano e si accaparrano l’ultima madonnina o la corona del rosario più in. Gente seduta al bar che chiacchiera.. insomma…come stare sul viale di una qualsiasi cittadina altametne turistica.. Eppure… eppure in mezzo a tutto qul frastuono.. man mano continuavo il mio umore cambiava…cioè avevo fatto la gioppina fino a mezzora prima… eppure…ecco che ogni passo mi metteva il magone… e una volta varcata la soglia del piazzale del santuario.. è stato come entrare in un altro mondo. Abbiamo atteso un po’ gli altri ma poi si è pensato di iniziare il nostro giro anche da sole. Quando si va in qualche santuario e la gente lo sa.. inizia a chiederti preghiere e magri a chiedere di accendere candele o di portare alla grotta qualcosa da benedire.. e neppure noi siamo rimaste immuni da questo rito. Così io avevo il camicino del piccolo Marco (il mio nuovo nipotino che ancora non è nato ma che chissà, magari lo starà facendo giusto ora mentre scrivo…  FORZA MARCO..HO PROPRIO VOGLIA DI VEDERTI!!!A bocca aperta), una foto di mio fratello e mia cognata, una foto della squadra (siamo un po’ acciaccate e una benedizione non fa mai male heehAnimoticon), immaginette da distribuire.. una doppia manciata di candele da accendere..e la tanichetta da mezzo litro da riempire di acqua della fonte… insomma ero bella carica. Ci avviciniamo al luogo delle apparizioni…e il silenzio regna padrone.. gente raccolta in mesta preghiera e volti visibilmetne emozionati…e mi chiedevo perché, infondo davnti a noi c’era una statua in una nicchia…e così mi metto in fila per passare davanti alla madonna…
E ad ogni passo l’emozione saliva, ad ogni millimetro il cuore si gonfiava e quando siamo giunti nei pressi della grotta (la fila iniziava un bel po’ prima) ogni singolo passo era caratterizzato da una lacrima che scendeva.. Non lo so neppure io ma è stato più forte di me. Io sono una che ha le lacrime in tasca ma l’emozione che da quella grotta, la consapevolezza che lì è apparsa Maria, l’Immacolata Concezione, la fede smisurata che traspare dagli occhi di tuti quei fedeli che a Lei si rimettono per alleviare le proprie pene, per rafforzare la propria fede… e tutti iquei malati, dagli anziani ai bambini..tutti lì a pregare o a rimanere con lo sguardo fisso e il cuore sintonizzato…
Non so è stata una sensazione unica e che mi ha riempito il cuore..non so neppure io di cosa.. so che in quel momento ho pensato alla fortuna che ho e che ho avuto nella mia vita… Ho pensato ai dolori che comunque l’hanno caratterizzata, alle gioie che ho provato.. ho pensato a tutto e a tutti gli sguardi che hanno incrociato il mio in questi 31 anni di vita.. e li ho affidati a Lei che è madre del mondo… E in questi sguardi..ci siete anche voi tutti che leggete..perché volenti o nolenti ho affidato anche voi indipendentemente dal credo che professate o non professate.
io credo che al fascino di Lourdes non rimangano indifferenti neppure le pietre!!! Ognuno a suo modo si commuove e non necessariamente fino alle lacrime. Mi sono guardata intoro e ho visto negli occhi delle altre coriste la mia stessa emozione…. E’ davvero unico questo posto.
Poi ci si mette di fronte alla grotta e non avresti più motivo per andare via… ti metti in contemplazione e ci rimani… anche questa è una logica conseguenza al fascino potente della grotta!!!
Però prima o poi avremmo dovuto andare.. perché la sera alle 21 avremmo partecipato alla processione dei malati.. per cui.. sosta alla fonte, riempito tanichette.. bevuto per bene… asperso la gola (non si sa mai), e poi preso già la candela per la processione, visitate le varie Chiese tra le quali quella sotterranea (ma quant’è grande aspiolino.. per me è 2 volte San Pietro a Roma!!!) e via hotel, doccia, cena.
Nel nostro Hotel (Notre Dame de la Sarte) c’erano alloggiati anche un gruppo di olandesi… che ci ha sentiti cantare… o meglio è successa così… ma ve la racconto dopo pse no diventa troooooooooppo lunga haahahhaahah però quando si dice.. IL CASO e la PROVVIDENZA haahahAnimoticon
 
Annunci

11 thoughts on “15/09/07 l’emozione in una grotta

  1. Mmhh… credo di avere finito i paletti per le palpebre ma hai provato con lo scotch?
    Ora purtroppo non ho tempo di leggere tutto il tuo racconto ma prometto che lo farò presto 😉
    buona giornata anche a te!!!!!
    baci

  2. il grande fascino di Maria non lascia indifferente proprio nessuno, e soprattutto in un luogo del genere..
    davanti ad una dimostrazione di chiesa viva e raccolta in preghiera come quella che ci hai descritto tu si provano emozioni forti davvero..grazie di averle condivise..
    allora ci si vede domani per un pò di lavoretti..ci sarà da rimboccarsi le maniche..ma se siamo in tanti si fa in un attimo..
    un abbraccio!

  3. Ma ciao!!! Non preoccuparti, resterà in programmazione ancora un paio di settimane secondo me…
    Sono andata a vedere Un’impresa da Dio e devo dire che mi è piaciuto molto, più che altro per i messaggi che lancia. Varrebbe la pena andarlo a vedere solo per quello che dice Morgan Freeman durante il film. Troppo vero…
    Dunque Lourdes è inondata dalla speculazione? Me l’aveva detto il mio moroso. Lui è andato a fine agosto, trascinato a forza da sua mamma (argh…!!!!!) e mi ha detto che è pieno di negozi che vendono tutti più o meno la stessa cosa.
    Non c’è verso, i commercianti sono tutti uguali!
    Buona settimana e buona giornata!!!
    baci

  4. Eh sì, purtroppo è vera!! L’ho trovata su "Anche le formiche nel loro piccolo s’inc****no", stupendo.
    Le frasi dell’Html sono le stesse che trovi nell’elenco delle frasi che preferisco, a sinistra del blog. Ogni tanto però ne metto una in risalto nell’html.
    Ciao a presto e buona serata!!
    baci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...