07/08/07 THE BIG DAY

 

Ok.. se siete pronti… si iniziano le danze….. spero di non annoiare troppo ma ormai lo sapete che io e il dono della sintesi viaggiamo su binari paralleli!!!Animoticon

Image Hosted by ImageShack.us

 

 

 

07/08/07 THE BIG DAY

Che giornata infinita è parsa questa… considerando che già avevo parlato del problemino delle valigie troppo piene… ecco sappiate che intorno all’una di notte ancora ero alle prese con il vuoto e svuoto le  o la valigia…

Da portare non avevo troppa roba però era un po’ ingombrante e alla fine (fortuna che non me le hanno aperte) ho optato per 2 valigie da 20 kg ciascuna.. bhe naturalmente non arrivavano al peso totale, comunque erano piene ceppe di tutto!! Non so quante volte ho fatto la cernita delle magliette e ogni volta toglievo qualcosa perché tanto non mi sarebbe servita…

La provvidenza ha voluto che le mie amiche mi regalassero una splendida valigia arancio glitterata che ho utilizzato subitissimo riempiendola di medicinali… si perché la mia amica Patrizia (ndr..cavaliere del Kenya nonché pediatra) mi aveva lasciato degli antibiotici, fermenti lattici, integratori alimentari e quant’altro da lasciare nei vari dispensari che avremmo incontrato sul nostro cammino.. quindi una valigia l’ho giusto riempita unicamente di quelli…ecco perché dico.. FORTUNA CHE NON ME LE HANNO FATTE APRIRE.. come si giustificano ad uso personale tutti sti farmaci!?!? Mi avrebbero detto… CARISSIMA… POTEVI ANCHE STARTENE A CASA SE AVEVI TUTTI STI PROBLEMI DI SALUTE NO!?!?!?

Comunque.. una volta risolta la questione valigie… sono crollata sul letto e ho pure dormito tranquillamente anche se in effetti inizialmente un po’ di agitazione c’era.

Ore 6.20 suona la sveglia.. ma io ero già pimpante.. mi preparo e aspetto…ancora non sapevo che incubo di giornata sarebbe stato.

La mattina è iniziata comunque scialla con Matteo che mi passa a prendere alle 7.00 (lui è da ringraziare insieme al sig. Giuseppe della pallamano di Cologne che si sono prodigati ad accompagnarci andata e ritorno in aeroporto.. grazie davvero) e dopo 20.000 stradine di campagna (chissà perché il ragazzuolo preferisce fare quelle piuttosto che la tangenziale) eccoci arrivare in quel di Passirano luogo nel quale gli altri componenti della cordata avevano dormito vista la provenienza da paeselli più o meno distanti.

Ad attenderci quindi tutti loro e la celebrazione della Messa dei partenti nonché la colazione.. che ho preferito non fare visto il mal d’auto che da sempre mi affligge…Carichiamo il caricabile, salutiamo i padri che rimanevano a casa (tra i quali padre Natalino che avrebbe dovuto venire con noi, lui.. l’icona indelebile nelle menti dei senegalesi… visto quanto ha fatto per loro..era sorprendente che in ogni missione tutti parlassero di lui con riverenza e tanto tanto affetto) e via verso la Malpensa con un pulmino e un fiornino.

Il viaggio prosegue a rilento..  con il pulmino dell’Anfas, come l’ha battezzato padre Gianpaolo (NCS)… tutti i miei compagni di viaggio parevano davvero elettrizzati….e alla fine anch’io mi sono lasciata coinvolgere dal loro entusiasmo!!!

Matteo è rimasto con noi fino al momento dell’imbarco…in pochissimo abbiamo fatto il check-in, abbiamo pranzato, preso tutti insieme una bella pastiglietta di Lariam (antimalarica) ed atteso. E nel giro di poco eccoci imbarcati sul volo 6970 della Iberian airline, con destinazione Madrid. Ma scusatemi.. io avrò anche il braccio corto.. ma da quando nei voli se vuoi qualcosa da mangiare.. lo devi pagare!?1? non si usa più dare il pranzo o la cena o la colazione in volo!?!?? Mah…. Questo viaggio parte già con un punto di domanda sulla mia faccetta!!!! Mumble!!!

Il volo è stato tranquillo se non fosse che al momento dell’atterraggio qualcosa sia andato fuori norma… Pare che il pilota fosse stato appena assunto e che le ultime referenze provenissero direttametne da Gardaland come pilota del BLU TORNADO!!! Io non so cos’abbia fatto ma ha iniziato la fase di atterraggio secondo me troppo prima del previsto e con degli assurdi vuoti d’aria che mi hanno mandato la pressione infondo ai piedi.. non sapevo più come fare per tentare di star almeno decentemente…. Così dopo innumerevoli scossoni siamo atterrati..e nel momento stesso in cui siamo atterrati.. i due tramezzini che avevo PAGATO hanno reclamato l’uscita e si sono ripresentati a me in un bellissimo sacchetto bianco a doppio fondo fornito GRATUITAMENTE dalla iberian airline!!!!

Devo ringraziare maria Chiara che mi ha accudito in quei momenti di delirio.. è vero che io sono almeno discreta e non se n’era accorto nessuno se non lei che era proprio seduta accanto a me..comunque grazie per avermi supportata in quel “delirio” di viscere!!!

Ma l’incubo arriva quando meno te lo aspetti…..siamo solo a Madrid.. e prima di arrivare a Dakar ce n’è ancora di strada!!!!! Un volo credo io…ILLUSA!!!!!!

Si parlava di incubo.. .così un campanello d’allarme ci ha ricordato un’informazione remota fornitaci a suo tempo da padre Natalino: “una volta in aeroporto a Madrid.. cercate subito il Gate di imbarco e POI riposatevi..non prima”!!!

Ma noi… che avevamo in testa siolo la partenza.. mica ci ricordavamo di queste parole enigmatiche…Così una volta giunti in aeroporto… ci siamo fermati sui due piedi a pazzeggiare, svaccati sulle seggioline (e per quanto mi riguardava intenta a riprendermi dall’atterraggio), senza pensare a nulla..tra l’altro ce ne andavamo in girondola a snapare negozini e negozietti qua e là (caspita, l’aeroporto di Madrid è immenso!!!).

Poi non si sa bene da dove.. un dubbio ci assale e le parole di padre Natalino riaffiorano dal limbo. Sul tabellone delle partenze appare il nostro volo e ci mostra che il settore S è quello da seguire… ci guardiamo intorno e manca Tiziano..allora dividiamoci e cerchiamolo visto che al cellu non risponde.. e mentre lo cerchiamo ci avviamo verso le scale mobili e….. c’è scritto.. per il SETTORE S da qui  20 minuti!!! COSAAAAAAAAAAAAAAAaa!?!?!? Ormai mancava poco all’imbarco e noi dovevamo prima trovare Tiziano e poi farci 20 minuti di non so cosa per arrivare alla porta d’imbarco… l’incubo doveva essere all’apice del suo essere!!!

Troviamo Tiziano e ci mettiamo in viaggio… pareva di essere Asterix e Obelix nelle 12 fatiche e in particolare quella del rilascio del lascipassare vattelapesca….Prima siamo scesi per le scale mobili poi ti fanno fare il chek-in, poi ti mandano per un corridoio e ti fanno risalire, un altro corridoio e si scende nuovamente per un paio di ramp a questo punto c’è un trenino che ti aspetta.. prendi quello e ci stai sopra 6 minuti in un percorso che pare una curva unica.. scendi di lì e sali per le scale mobili altri corridoi e nuovamente sali e scendi e il tutto per cosa!?!? Per ritrovarsi quasi allo stesso posto di partenza ma al di là di una vetrata… da uscire pazzi!!!!!

Finalmente dopo altre rampe di scale mobili.. ecco uno stuolo di senegalesi in attesa… CI SIAMO CS. Durante la breve attesa abbiamo pure conosciuto un ragazzo senegalese che lavorava a bergamo e che tornava a casa per le vacanze… ci scappa l’occhio sul monitor e vediamo che il volo 6970 è abbinato non all’arrivo DAKAR ma a LAS PALMAS (Gran Canaria)…a momenti schiatto a terra… non lo sapevamo ma c’era un ulteriore scalo tecnico in quel di Las palmas….

Per abbreviare la vostra e la mia sofferenza.. dopo il mio primo malessere all’atterraggio a madrid non ci sono state storie… e ad ogni decollo e relativo atterraggio il mio stomaco non ne ha voluto sapere di starsene tranquillo… MAI CAPITATA UNA COSA DEL GENERE!!!! Praticamente ho consumato tutti i pacchettini del circondario che Maria Chiara e Michele sono riusciti a procurarsi!!!!

Alla fine del viaggio ero uno straccio ed il fatto di essere atterrati a Dakar, dove c’è un’umidità quasi al 100% mi ha dato il colpo di grazia!!!

Dopo aver recuperato le valigie ci siamo inoltrati in quella bolgia di persone che stavano in aeroporto.. un caos da brivido… ma ecco che i profumi speziati dell’Africa mi hanno Riavvolta…che sensazione, come di avere già visto, già vissuto il tutto (e ci credo… neppure 8 mesi prima ero in africa!!!hehehe). Ad attenderci padre Pippo e fratel Silvio che ci hanno accolti e avvolti sotto la loro ala protettrice e ci hanno scortati sani e salvi in quel di Mermoze grazie ailoro pickup. Era già molto tardi…a casa già avevo compiuto gli anni (ebbene sì quest’anno ho festeggiato il compleanno per ben 26 ore!!!!) e mi arrivavano già messaggini di augurissimi!!! Ehhehehe!!!

La casa di mermoze a prima vista pare bella grande, è la sede del padre superiore di delegazione (Senegal/Guinea Bissau) ed infatti ci sta padre Pippo originario di Patti. Ehm.. pare un po’ sporchino.. ma mi sa che i padri mica han tempo pure di rassettare una casa grande tanto più che è estate e quindi se ci fosse anche qualcuno che da una mano solitamente.. ora era in ferie!!!

Comunque.. da notare l’ospitalità deliziosa… pur essendo tardi ci hanno preparato la cena e soprattutto hanno aspettato noi a cenare poveri!!! Nel frattempo abbiamo fatto 4 chiacchiere, ci siamo presentati e poi ci sono state mostrate le nostre camere…. Io Laura e Maria Chiara condividevamo la stessa e poi c’erano Giorgio e Ilario in una e Michele e Tiziano nell’altra.. Giustamente padre Gianpaolo..la singola.. come tutti i preti!!!!.

Una bella doccia rigenerante (ehm.. non esiste acqua calda quindi… bella fresca è stata) e subito dopo fiumi di AUTAN ne punti ne unti (anche se in questo caso valeva PUNTI E UNTI!!NCS se penso che avevo lo stick, lo spray no gas e pure lo spray normale….. ne uno ne l’altro ne quell’altro hanno fermato l’attacco delle zanzare nullaaaaaaaaaaaaaaa!)… abbiamo tenuto le due finestre spalancate nella speranza di un po’ di contraria e soprattutto abbiamno lasciato acceso il ventilatore in cerca di refrigerio.. ma nulla.. si colava  solamente a respirare.. un caldo atroce!!!! Ma si si tratta di abituarsi alla prima notte e poi passa tutto….

Così alle 01.30 finalmente (3.30 italiane)  spegniamo la luce…e tentiamo di nannare….ancora non ci eravamo resi conto ma la casa di Mermoze è in linea con la pista di atterraggio dell’aeroporto di Dakar e quindi quando atterrano gli aerei oltre che a sentirli… li vedi anche perfettamente.. provare per credere!!! Spettacolare l’atterraggio delle 5.10…mi è balzato il cuore in gola e addirittura sono tremati i letti.. secondo me, se mi fossi affacciata alla finestra avrei visto ad un palmo di naso le ruote del carrello…. Se poi ci siamo tranquillizzate… dopo un attimo è partito il Muezzin con le lodi ad Allah ….e non c’è stato più verso di dormire!!!!

Devo ringraziare comunque tutti perché mi hanno coccolata per il mio compleanno.. è stato bello ricevere messaggi dall’Italia ma ancora di più avere persone lì accanto a me che se ne sono ricordate e che mi hanno fatto pure trovare i palloncini come regalino!!!! Che meraviglia!!!!

Un encomio particolare ad Alberto che ha tentato di perseguire la via dello scorso anno dove ad ogni mezzora mi guardava e mi diceva quanto mancava ai trent’anni…stavolta lui non c’era e anche se ha tentato di mandarmi qualche sms..bhe per non risucchiare tutto il credito telefonico.. ha pensato di mandarmene solo un paio ma significativi.. grazie di cuore sia a te che alla Ale!!! Si, Si!!! Pensate che nella giornata dell’08/08 mi sono partiti più di € 50,00 di messaggini…da non credere!!! Quando me ne sono resa conto a momenti volo dal letto!!!

 

Allora come prima impressione spero non vi faccia troppa paura perché per ogni giornino c’è il suo raccontino…quindi…..a voi la voglia o meno di leggere!!! ehhehehe 
Buonanotte
TizA bocca aperta

Annunci

5 thoughts on “07/08/07 THE BIG DAY

  1.  Ho messo da parte Stephen King per leggere i tuoi resoconti.
    non li avevo mai letti, ma scrivi davvero bene e non è un peso leggerli, anzi fa piacere.
    ciao a presto allora!
    aspetto il seguito… 😉
    baci

  2. Tiz, complimenti..ottimo lavoro!
    mi sembrava di salirle ancora quelle scale..e poi gli atterraggi..e ancora decolli..il caldo!
    per fortuna siamo sopravvissuti, tu ora puoi raccontarlo..e io lo rivivo volentieri.. 
    un bacione.. mary mary

  3. Tizy! Ma è stata un’epopea questa prima giornata! Poveri… soprattutto tu e il tuo stomachino…
    Dalle foto ho visto che avete trovato anche un bel pò di acqua… attendo il resoconto del secondo giorno!
    Domani sera comunque ci vediamo, quindi mi farai un rapido riassunto dell’esperienza senegalese! Che mitici che siete!
    Un abbraccio!
    -Ale-

  4. hehehhehehe, che bello rileggere la tua esperienza che io ho vissuto anche io a gennaio di quest’anno..
    ma… non hai nominato il magnifico rullo dove arrivavano le valigie?!?! rullo unico e tutto scarcassato…
    heheheheh bel resoconto cmq… 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...